rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca Rione Martucci / Via di Motta della Regina

Ataf, dipendenti scioperano e bloccano i mezzi: i sindacati prendono le distanze

I sindacati prendono le distanze dallo sciopero che ha provocato l’interruzione del servizio e gravi disagi alla cittadinanza. Poi replicano all’azienda e a Landella

I sindacati prendono le distanze dallo sciopero spontaneo dei dipendenti organizzato questa mattina davanti ai cancelli di Ataf, con conseguente blocco dei mezzi. Sulle dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa da Landella e dal presidente, le organizzazioni sindacali evidenziano il dato oggettivo “che l’azienda, sulla pelle dei lavoratori, deve ricavare una liquidità di 600mila euro entro la fine dell’anno, a causa del disimpegno della proprietà, con la promessa di una eventuale restituzione all’inizio del 2017”.

Filt Cgil, Uil trasporti, Ugl, Faisa Cisal e Conf.a.i.l. sottolineano: “L’unica cosa che ci sentiamo di ribattere all’azienda è che certe azioni non erano dettate da urgenze, perché con gli altri punti del piano industriale vi era un recupero di autisti sufficiente a far fronte alla copertura del servizio, per non parlare dell’esternalizzazione del servizio di verifica che porterà all’Ataf altri otto autisti in più. Le azioni messe in atto (riqualificazioni incluse) non avevano carattere di urgenza ma potevano essere fatte dilazionandole nel tempo. Svuotare il settore pulizia è funzionale alle azioni praticate dal CdA dell’azienda”.

E concludono: “Le gravi parole del sindaco riferite ai lavoratori, sicuramente non vanno nella direzione di calmierare gli animi degli stessi, ma al contrario infiammano ancor di più e non aiutano il sindacato nell’opera di convincimento per far rientrare la protesta spontanea”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ataf, dipendenti scioperano e bloccano i mezzi: i sindacati prendono le distanze

FoggiaToday è in caricamento