Sciopero Cgil 6 maggio : il corteo partirà da P.le della Stazione

Alle ore 9.00 il corteo pubblico si dirigerà verso Piazza Cesare Battisti per il pubblico comizio delle ore 11. Aderisce alla manifestazione Sel di Capitanata

Anche a Foggia si svolgerà la manifestazione nazionale per lo sciopero generale di tutti i lavoratori del 6 maggio proclamato dalla Cgil. Nel capoluogo dauno i partecipanti si riuniranno alle ore 9.00 presso Piazzale della Stazione. Daranno vita a un corteo che terminerà in Piazza Cesare Battisti. Qui si terrà un comizio pubblico.

Una straordinaria partecipazione di associazioni, forze politiche e comitati all’assembleacittadina che ha fatto da prologo allo sciopero generale indetto dalla Cgil per domani 6 maggio contro le politiche economiche e fiscali del Governo. Un’iniziativa per andare oltre la giornata di mobilitazione, lavorando sul territorio alla costruzione di una rete in grado unitariamente di richiamare i governi locali, regionale e nazionale a dare attenzione e risposte concrete ad una provincia in grave sofferenza economica e sociale.

All’incontro intervenuti rappresentanti di Acli, Libera, Legambiente, Rete nazionale delle donne per la rivoluzione gentile, La Merlettaia, Comitato referendario contro il nucleare, Movimento per l’Acqua bene comune, Link studentesco; per le forze politiche presenti il Pd, Sel, Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani. Da tutti una condivisione del livello di guardia dell’emergenza sociale in Capitanata, e delle denunce della Cgil rispetto ad un immobilismo del Governo nazionale incapace di dare risposte su lavoro, pensioni, giovani, istruzione pubblica, fisco, famiglie, salute, casa, infrastrutture, investimenti e legalità nel Mezzogiorno. Di contro, denuncia il sindacato, abbiamo avuto un aumento della pressione fiscale che colpisce i redditi più bassi, tagli al welfare, abbassamento delle tutele e dei diritti dei lavoratori, centinaia di migliaia di posti di lavoro persi e aziende chiuse, attacchi alla scuola e l’università pubblica che penalizza ancor più il futuro dei giovani. Temi che saranno al centro di un percorso di lavoro che gli intervenuti hanno deciso di condividere fin dalle prossime settimane, per definire proposte comuni e condivise per il territorio.

Uno sciopero per l’intera giornata lavorativa, quello indetto dalla Cgil, che propone al Paese una piattaforma per uscire dalla crisi e avviare la ripresa: investimenti pubblici per opere infrastrutturali, un fisco più leggero per pensionati e famiglie e più pesante per le transazioni speculative e i redditi più alti, una nuova politica industriale per creare nuova occupazione stabile, investimenti sulla ricerca e l’istruzione pubblica, rafforzamento del welfare e del servizio sanitario, misure contro il precariato vera piaga del lavoro giovanile, una nuova politica di accoglienza dei migranti, un federalismo solidale, legalità, vera democrazia nei luoghi di lavoro.

Quel lavoro che è la prima emergenza nel Paese e della Capitanata: dall’ultimo report sulla cassa integrazione, relativo a marzo 2011, in provincia di Foggia si è registrato un aumento del 62,38% della cassa integrazione straordinaria, il che significa che le aziende chiudono o hanno esaurito il monte di cassa integrazione ordinaria. Sono il segnale che si stanno perdendo altri posti di lavoro, che altre persone non avranno più reddito. Nel dettaglio tra ordinaria e straordinaria si sono registrate circa 900 mila ore di cassa integrazione, che significano 4 milioni di euro in meno nelle buste paga dei lavoratori foggiani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla manifestazione per lo sciopero provinciale che si terrà domani a Foggia arriveranno circa 20 pullman dai centri della provincia: il raggruppamento dei manifestanti è previsto in piazzale Vittorio Veneto alle ore 9.30. Quindi il corteo si snoderà lungo le vie del centro –in piazza Cavour si unirà lo spezzone degli studenti medi e universitari che si raduneranno in piazzale Italia – per confluire infine in piazza Cesare Battisti, dove dalle ore 11 si terranno i comizi conclusivi. Dal palco interverranno una lavoratrice precaria della scuola, un operaio Fiat, un rappresentante degli studenti. Chiuderà il comizio il segretario regionale della Cgil Puglia, Nicola Affatato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento