Cronaca

Sciopero 12 dicembre 2011, presidio davanti la Prefettura di Cgil-Cisl-Uil

CGIL, CISL e UIL si sono dichiarati preoccupati per le conseguenze che la manovra economica determinerà sui lavoratori dipendenti e pensionati e sulle prospettive di sviluppo del Paese

E’ tutto pronto per il presidio che si terrà domani davanti la sede della Prefettura a Foggia. Lo sciopero indetto da Cgil, Cisl e Uil prevede una tre ore contro la manovra di governo a partire dalle 11. I dirigenti consegneranno nelle mani del Prefetto di Foggia le proposte di emendamento alla manovra avanzate dai sindacati confederali.

CGIL, CISL e UIL si sono dichiarati preoccupati per le conseguenze che la manovra economica determinerà sui lavoratori dipendenti e pensionati e sulle prospettive di sviluppo del Paese.

Una manovra iniqua appunto, che colpisce soprattutto i redditi più bassi, contrae ancor più i consumi, accentua la recessione e crea nuova disoccupazione” fanno sapere i sindacati.

LE RICHIESETE – Non toccare l’indicizzazione al costo della vita per le pensioni medio basse; che l’età per andare in pensione rimanga a 40 anni senza penalizzazioni; che vi siano tutele per i lavoratori in mobilità perché espulsi anticipatamente dal ciclo produttivo; che siano tutelati i lavoratori impegnati in attività usuranti; che l’imposta sulla casa sia progressiva e che una quota del gettito vada ai Comuni, che altrimenti dovranno far ricorso a nuove tasse o a tagliare ulteriormente i servizi; che si attui la riforma degli ammortizzatori sociali; che venga prevista un’imposta sulle grandi ricchezze e venga applicata una tassazione vera sui capitali scudati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero 12 dicembre 2011, presidio davanti la Prefettura di Cgil-Cisl-Uil

FoggiaToday è in caricamento