Rifiuti al Villaggio Artigiani, si cerca autocompattatore rosso abusivo

Di colore rosso, da qualche giorno scaricherebbe abusivamente rifiuti al Villaggio Artigiani. Decine le segnalazioni giunte al Comune e all'Amica anche da parte degli operatori ecologici

Cumulo di rifiuti

Arrivare in città di buon mattino, scaricare i rifiuti già compattati al Villaggio degli Artigiani, in periferia, e andar via silenziosamente. A Foggia esplode il giallo del “camion rosso”: un autocompattatore abusivo, di colore rosso appunto, che da due giorni si aggirerebbe in città, nella zona industriale. Il mezzo scaricherebbe rifiuti già compattati a due passi dalle aziende che popolano Villaggio degli Artigiani.

Decine le segnalazioni pervenute all’Amica e al Comune di Foggia  da parte di privati cittadini e degli stessi operatori dell’azienda di igiene urbana, chiamata a ripulire e prendere “in carico” ulteriori quintali di rifiuti altrui. Come se quelli del capoluogo dauno non fossero già abbastanza, con le periferie e gli ingressi cittadini tornati nelle ultime ore in vistoso affanno. Ieri il camion rosso avrebbe scaricato nei pressi di “Tessuti Amedeo”, oggi l’amara sorpresa davanti alla concessionaria Opel. Allertata la polizia provinciale che ha competenze in materia ambientale, si cercherà di capirne di più dai filmati delle telecamere di videosorveglianza delle aziende.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E pare che non sia neanche la ‘prima volta” dichiara indignato a Foggiatoday l’assessore all’Ambiente, Pasquale Russo, chiamato sin dal suo insediamento a tamponare un’emergenza rifiuti che torna periodicamente ad infestare la città. Proprio oggi il Comitato ad hoc “Foggia Pulita” presieduto dall’avvocato Margherita Matrella ha scritto alla Protezione Civile, a Roma, per segnalare la situazione di “grave degrado in cui versa la città”, sia per quanto riguarda “l’emergenza di strada” che per quanto riguarda quella squisitamente aziendale, con Amica in stato comatoso (è partito, intanto, il ricorso in appello contro la mancata ammissione alla procedura di amministrazione straordinaria dell’azienda da parte del Tribunale di Foggia) e Daunia Ambiente fallita da tempo. Il Comitato – che conta oggi 500 iscritti - ha chiesto all’organo nazionale, sempre in linea nelle emergenze, di intervenire anche a Foggia, “dove la situazione è di degrado estremo” e comunica di aver presentato anche un esposto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia “perché la Magistratura indaghi finalmente per individuare le responsabilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento