Concorso in estorsione con metodo mafioso: decorrono i termini, scarcerato Trisciuoglio

Tornano liberi anche il figlio Giuseppe e i fratelli Alessandro e Mario Lanza. Nel 2013 furono processati con rito abbreviato per estorsione con l’aggravante del metodo mafioso

Palazzo di Giustizia

Decorrenza dei termini di custodia cautelare preventiva: per questo motivo quattro pregiudicati foggiani del clan Trisciuoglio, tra cui il boss Federico, sono stati scarcerati. Con lui anche il figlio Giuseppe e i fratelli Alessandro e Mario Lanza che nell’aprile 2012 furono arrestati con l’accusa d’estorsione nei confronti del Comune di Foggia e dell’Ex Amica Spa e poi processati con rito abbreviato poco meno di un anno dopo per lo stesso reato ma con l’aggravante del metodo mafioso

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel giorno dell’arrivo a Foggia della Commissione Parlamentare Antimafia, nel corso delle audizioni, il presidente Rosy Bindi ha commentato la scarcerazione all’Ansa: “Ci rammarichiamo, ma è evidente che la scarcerazione di quattro elementi pericolosi è legata alla responsabilità della magistratura giudicante”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ancora assalto a portavalori sulla A14: paura tra gli automobilisti e traffico bloccato verso Canosa

  • Coronavirus, risalita vertiginosa dei contagi: 26 nuovi casi in Puglia (9 nel Foggiano)

  • Dal Lussemburgo alla Puglia per le ferie: 6 turisti positivi al Covid-19, erano partiti senza attendere i risultati del test

  • Emergenza Covid, ordinanza della Regione: obbligo di mascherina su spazi all'aperto, discoteche e locali

  • Coronavirus, 16 nuovi casi in Puglia (3 nel Foggiano): Cerignola diventa zona rossa

  • "Non posso 'chiudere' la Regione". Emiliano ai prefetti: "Regole ferree: dobbiamo convivere col virus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento