Scarcerato Carella, ma non può stare a Foggia: ha chiesto scusa e si è pentito del folle gesto

A confermarlo è l'avv. Carlo Alberto Mari, il legale difensore del 42enne che la mattina dell'8 novembre ha aggredito un conducente dell'Ataf, violando peraltro la sorveglianza speciale alla quale era stato sottoposto

Questura di Foggia
Ha ammesso di aver sbagliato e di aver commesso una sciocchezza, si è pentito e ha chiesto scusa per il folle gesto. Queste le parole di Bruno Carella pronunciate durante l'interrogatorio di convalida dell'arresto avvenuto lunedì scorso davanti al Gip Domenico Zeno, che lo ha scarcerato ma gli ha imposto il divieto di dimora a Foggia (la Procura aveva chiesto gli arresti domiciliari)
A confermarlo al nostro quotidiano è l'avv. Carlo Alberto Mari, il legale difensore del 42enne foggiano che la mattina dell'8 novembre ha aggredito un conducente dell'Ataf, violando peraltro la sorveglianza speciale alla quale era stato sottoposto. 
Quella mattina, in via Mario Forcella, la moglie e il figlio dell'uomo erano finiti contro un muro con la loro auto nel tentativo di schiavare il mezzo del trasporto pubblico. Avvertito da alcuni conoscenti, Carella si era precipitato sul posto e dopo aver visto il figlio dolorante si è scagliato con violenza contro l'autista (che si era fermato per prestare i soccorsi) provocandogli - con un pugno e un calcio - ferite a un occhio e a due costole, quindi una prognosi di 25 giorni.
Nei minuti successivi all'aggressione, l'uomo era stato rintracciato dagli agenti delle Volanti nella sala d'attesa del Pronto Soccorso. Ai poliziotti aveva immediatamente ammesso le sue colpe. Portato in Questura, era stato arrestato e dopo le formalità di rito condotto in carcere.
La misura imposta dal giudice per le indagini preliminari, nei fatti ha momentaneamente bloccato quella della sorveglianza speciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento