Sbarco all’alba sulle coste del Gargano: soccorsi 36 migranti, 12 sono minorenni

Terzo sbarco dal mese di aprile ad oggi intercettato dalla GdF, questa mattina tra Vieste e Mattinata. Soccorsi e rifocillati, ora si trovano all’interno del palazzetto dello sport della città del faro

I migranti sbarcati

Ancora uno sbarco di migranti - il terzo in poco più di due mesi - sulle coste del Gargano. Durante la notte, 36 cittadini mediorientali - iracheni, iraniani e siriani, tra i quali 12 minori - sono stati individuati lungo la litoranea tra Vieste e Mattinata (più precisamente in località ‘Torre dell’Aglio’, sul Gargano), dove sono stati intercettati dagli uomini della guardia di finanza impegnati in un servizio di pattugliamento della costa.

Secondo quanto accertato, i profughi erano da poco sbarcati su una spiaggia tra Baia di Campi e Porto Greco, dove verosimilmente erano avvenuti anche i precedenti sbarchi, che hanno portato sul Gargano, nel complesso, almeno 200 persone. Immediata la macchina dei soccorsi: carabinieri, fiamme gialle, volontari della protezione civile e operatori del 118 sono stati impegnati nell’accoglienza e nei soccorsi ai migranti, che sono stati poi visitati e rifocillati, all’interno del palazzetto dello sport cittadino, accolti dagli uomini della ‘Pegaso’, la protezione civile di Vieste. Qui, il personale della questura di Foggia procederà alle operazioni di identificazione dei migranti, prima del loro trasferimento nei Centri Accoglienza Richiedenti Asilo della regione. I migranti sono risultati essere tutti in buone condizioni di salute.

Ancora uno sbarco di migranti - il terzo in poco più di due mesi - sulle coste del Gargano. Durante la notte, 36 cittadini mediorientali - iracheni, iraniani e siriani, tra i quali 12 minori - sono stati individuati lungo la litoranea tra Vieste e Mattinata (più precisamente in località ‘Torre dell’Aglio’, sul Gargano), dove sono stati intercettati dagli uomini della guardia di finanza impegnati in un servizio di pattugliamento della costa.

Secondo quanto accertato, i profughi erano da poco sbarcati su una spiaggia tra Baia di Campi e Porto Greco, dove verosimilmente erano avvenuti anche i precedenti sbarchi, che hanno portato sul Gargano, nel complesso, almeno 200 persone.

Immediata la macchina dei soccorsi: carabinieri, fiamme gialle, volontari della protezione civile e operatori del 118 sono stati impegnati nell’accoglienza e nei soccorsi ai migranti, che sono stati poi visitati e rifocillati, all’interno del palazzetto dello sport cittadino, accolti dagli uomini della ‘Pegaso’, la protezione civile di Vieste.

Qui, il personale della questura di Foggia procederà alle operazioni di identificazione dei migranti, prima del loro trasferimento nei Centri Accoglienza Richiedenti Asilo della regione. I migranti sono risultati essere tutti in buone condizioni di salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento