Cronaca

Sbarco all’alba sulle coste del Gargano: soccorsi 36 migranti, 12 sono minorenni

Terzo sbarco dal mese di aprile ad oggi intercettato dalla GdF, questa mattina tra Vieste e Mattinata. Soccorsi e rifocillati, ora si trovano all’interno del palazzetto dello sport della città del faro

I migranti sbarcati

Ancora uno sbarco di migranti - il terzo in poco più di due mesi - sulle coste del Gargano. Durante la notte, 36 cittadini mediorientali - iracheni, iraniani e siriani, tra i quali 12 minori - sono stati individuati lungo la litoranea tra Vieste e Mattinata (più precisamente in località ‘Torre dell’Aglio’, sul Gargano), dove sono stati intercettati dagli uomini della guardia di finanza impegnati in un servizio di pattugliamento della costa.

Secondo quanto accertato, i profughi erano da poco sbarcati su una spiaggia tra Baia di Campi e Porto Greco, dove verosimilmente erano avvenuti anche i precedenti sbarchi, che hanno portato sul Gargano, nel complesso, almeno 200 persone. Immediata la macchina dei soccorsi: carabinieri, fiamme gialle, volontari della protezione civile e operatori del 118 sono stati impegnati nell’accoglienza e nei soccorsi ai migranti, che sono stati poi visitati e rifocillati, all’interno del palazzetto dello sport cittadino, accolti dagli uomini della ‘Pegaso’, la protezione civile di Vieste. Qui, il personale della questura di Foggia procederà alle operazioni di identificazione dei migranti, prima del loro trasferimento nei Centri Accoglienza Richiedenti Asilo della regione. I migranti sono risultati essere tutti in buone condizioni di salute.

Ancora uno sbarco di migranti - il terzo in poco più di due mesi - sulle coste del Gargano. Durante la notte, 36 cittadini mediorientali - iracheni, iraniani e siriani, tra i quali 12 minori - sono stati individuati lungo la litoranea tra Vieste e Mattinata (più precisamente in località ‘Torre dell’Aglio’, sul Gargano), dove sono stati intercettati dagli uomini della guardia di finanza impegnati in un servizio di pattugliamento della costa.

Secondo quanto accertato, i profughi erano da poco sbarcati su una spiaggia tra Baia di Campi e Porto Greco, dove verosimilmente erano avvenuti anche i precedenti sbarchi, che hanno portato sul Gargano, nel complesso, almeno 200 persone.

Immediata la macchina dei soccorsi: carabinieri, fiamme gialle, volontari della protezione civile e operatori del 118 sono stati impegnati nell’accoglienza e nei soccorsi ai migranti, che sono stati poi visitati e rifocillati, all’interno del palazzetto dello sport cittadino, accolti dagli uomini della ‘Pegaso’, la protezione civile di Vieste.

Qui, il personale della questura di Foggia procederà alle operazioni di identificazione dei migranti, prima del loro trasferimento nei Centri Accoglienza Richiedenti Asilo della regione. I migranti sono risultati essere tutti in buone condizioni di salute.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sbarco all’alba sulle coste del Gargano: soccorsi 36 migranti, 12 sono minorenni

FoggiaToday è in caricamento