Cronaca

Polizia allo stremo nel Foggiano, mancano uomini e mezzi: "La situazione è drammatica, siamo tornati agli anni Ottanta”

Dura nota di denuncia della segreteria provinciale del Sap: “Chiediamo, infine di essere messi in condizione di poter rispondere al meglio alle sacrosante richieste della cittadinanza e dei colleghi"

Immagine di repertorio

“Come mai il personale è sempre meno e i servizi sono triplicati se non di più? Come mai le Volanti vengono spesso distolte dal loro primario servizio ed adibite ad altro? Come mai nessuno si accorge, a Foggia, che per i turni di Volante h24 sono destinati non più di 30 colleghi e non si riesce a garantire, a volte, nemmeno la 2^ Volante per ogni turno? Siamo forse tornati indietro, per esempio, agli anni 80?”.

La serie di domande, secche e dirette, viene dal Sap, Sindacato autonomi di polizia per denunciare l’atavico stato di emergenza di uomini e mezzi patiti dalla questura di Foggia e dalle sue articolazioni sul territorio provinciale. “Già lo scorso aprile, con la pandemia in corso, ringraziammo i colleghi di Foggia e provincia che, con gravi rischi personali e familiari, diedero il massimo per i tanti e svariati servizi svolti”, si legge nella nota del gruppo.

“Ma denunciammo, altresì, che il piano di potenziamento previsto non era efficiente ed efficace, tanto è vero, supportati dalla Segreteria Nazionale, abbiamo fatto presentare ben due interpellanze parlamentari, uniche nella storia della polizia foggiana, di cui una a firma dell’on. Gianni Tonelli, segretario nazionale aggiunto Sap. Oggi noi del Sap, purtroppo facciamo, i conti con la realtà: poco personale arrivato; tanto personale in pensione; uffici a tutti i livelli ormai allo stremo”.

Qualcuno, deve farci sapere se ha o fa qualche magia per ‘clonare’ il personale. Noi riusciamo solo a ribadire il nostro ‘grazie’ al personale. Però non possiamo esimerci dal dire e chiedere di eliminare i tanti e svariati servizi che non si possono effettuare, vista la grave carenza di personale. “Chiediamo inoltre, senza entrare nel merito delle scelte, perché nell’effettuare trasferimenti da un ufficio all’altro non si tiene anche conto dei tanti colleghi anziani, professionalmente preparatim che hanno prodotto le legittime istanze?”

Drammatica è anche la situazione della polizia stradale di Foggia e provincia, della polizia ferroviaria, dove non viene più garantito il turno serale e notturno, alla polizia postale e in tutti gli altri uffici esistenti sul territorio. “Noi del Sap ci adoperiamo e ci adopereremo sempre e comunque per la tutela e benessere dei colleghi”, assicura il segretario provinciale, Giuseppe Vigilante. “Chiediamo, infine di essere messi in condizione di poter rispondere al meglio alle sacrosante richieste della cittadinanza e dei colleghi. Non ci faremo intimidire da nessuno, neanche da chi, per la prima volta nella storia del sindacato foggiano, ha proposto querela contro il segretario provinciale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia allo stremo nel Foggiano, mancano uomini e mezzi: "La situazione è drammatica, siamo tornati agli anni Ottanta”

FoggiaToday è in caricamento