Cronaca

Stoppie bruciate senza ‘precese’: 105 violazioni per 106mila euro di multa nel Foggiano

Nell’ambito dell’operazione ‘Campi sicuri’ è stata accertata dai Carabinieri del Gruppo Forestale la mancata o inesatta esecuzione delle prescritte fasce protettive

È in via di ultimazione l’attività di prevenzione incendi posta in’essere dai Carabinieri del Gruppo Forestale di Foggia denominata ‘Campi sicuri’. Ad agosto 436 militari dislocati in provincia di Foggia, sono stati impegnati a svolgere una attenta e capillare azione di controllo e contrasto agli incendi boschivi, con particolare attenzione all’accertamento delle prescrizioni impartite dalla legge regionale n. 38/2016.

La legge regionale 38 del 12 dicembre 2016

Recante norme in materia di contrasto agli incendi boschivi e di interfaccia, la legge ha la finalità di prevenire e contrastare l’innesco e la propagazione degli incendi boschivi e di interfaccia al fine di salvaguardare la pubblica e privata incolumità e gli ecosistemi agricoli e forestali, nonché di favorire la riduzione delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera.

ECCO LA LEGGE REGIONALE DEL 12 DICEMBRE 2016

Le violazioni amministrative e le sanzioni

Durante le operazioni di controllo del territorio, sono state effettuate 203 verifiche che hanno dato origine a 105 violazioni amministrative per un ammontare complessivo di  106.524 euro, accertando nello specifico la mancata o inesatta esecuzione delle prescritte fasce protettive ‘precese’ lungo i perimetri dei fondi controllati così come previsto dalla normativa vigente. Sono in corso ulteriori verifiche ed accertamenti finalizzati al rispetto della normativa regionale di settore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stoppie bruciate senza ‘precese’: 105 violazioni per 106mila euro di multa nel Foggiano

FoggiaToday è in caricamento