Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Vico del Gargano

Sangue nel dispenser al posto del sapone, anche l’Asl indaga sull’accaduto

I Nas avrebbero già inviato una relazione al dipartimento di Igiene e Salute. Manfrini avvia inchiesta di carattere interno

Dopo i militari dei Nas, anche la Asl di Foggia vuole vederci chiaro sulla vicenda di Vico del Gargano, quando il 10 aprile scorso un medico del Punto di Primo Intervento, prima di visitare un paziente, si è lavato le mani con del sangue misto a residui di detergente contenuto erroneamente nel dosatore del sapone. Il Nucleo Antisofisticazione e Sanità del capoluogo dauno avrebbe già inviato una relazione al dipartimento di Igiene e Salute, ma ora, ciò che più preoccupa, è la salute del personale del presidio sanitario, sottoposto ad accertamenti e verifiche di carattere igienico-sanitarie. La situazione è comunque sotto controllo.

Oltre al lavoro dei Nas, che hanno provveduto a bonificare l’area, anche il direttore della Asl, Attilio Manfrini, ha aperto un’inchiesta di carattere interno. Si è trattato di un errore? Di chi sono le responsabilità? C’è un rischio contagio? Sono questi gli interrogativi ai quali sarà doveroso quanto più urgente fornire risposte definitive che possano sgombrare il campo da equivoci e dubbi di ogni genere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sangue nel dispenser al posto del sapone, anche l’Asl indaga sull’accaduto

FoggiaToday è in caricamento