Cronaca San Severo

Sangue a San Severo, Bonaventura colpito da raffica di proiettili: dimessi i due passanti rimasti coinvolti nella sparatoria

Dalle prime ricostruzioni, l'uomo, che era a piedi nei pressi di un autolavaggio, è stato sorpreso da una pioggia di proiettili (l'ipotesi mitra non è stata ancora confermata), ben 13 i bossoli rinvenuti dalla scientifica. Gravemente ferito, l'uomo è deceduto poco dopo

Continuano le indagini da parte della Squadra Mobile sull'omicidio di Luigi Bonaventura, il 32enne già noto alle forze dell'ordine, ucciso nel pomeriggio di ieri in un agguato avvenuto in Corso Leone Mucci

Dalle prime ricostruzioni, l'uomo, che era a piedi nei pressi di un autolavaggio, è stato sorpreso da una pioggia di proiettili (l'ipotesi mitra non è stata ancora confermata), ben 13 i bossoli rinvenuti dalla scientifica. Gravemente ferito, l'uomo è deceduto poco dopo.

Nell'agguato sono rimasti coinvolti anche due passanti, un giovane di 27 anni e un bambino di 12. Per fortuna, entrambi hanno riportato ferite lievi e sono stati dimessi già nella giornata di ieri. Come da prassi, sono stati eseguiti esami stub (la tecnica per la rilevazione dei residui da sparo, ndr) e perquisizioni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sangue a San Severo, Bonaventura colpito da raffica di proiettili: dimessi i due passanti rimasti coinvolti nella sparatoria

FoggiaToday è in caricamento