Tragedia a San Severo, esplode fabbrica di fuochi d'artificio: c'è un morto

L'esplosione intorno alle 16 a San Severo all'interno della ditta PiroDaunia. La vittima era di San Marco in Lamis, si chiamava Angelo Longo e aveva 53 anni

Immagine di repertorio (foto Ansa)

Una tragedia immane, ancora una volta è San Marco in Lamis a versare lacrime per la morte di un suo concittadino. Angelo Longo, operaio 53enne, ha perso la vita nell'esplosione avvenuta intorno alle 16 all'interno di un locale ditta Pirodaunia, sita in contrada Gramigna a San Severo, dove si prepara la miscela delle sostanze utilizzate per colorare i fuochi.

L'uomo è stato travolto dalla potente deflagrazione ed è morto sul colpo. Non era l'unico che in quel momento si trovava all'interno della fabbrica, i suoi colleghi, udito il boato, sono riusciti a salvarsi. Sull'accaduto indagano i carabinieri, mentre sul posto hanno operato i vigili del fuoco dei distaccamenti di Foggia, San Severo e Lucera e i tecnici dello Spesal (Servizio Prevenzione e Sicurezza Negli Ambienti di Lavoro). Angelo Longo ascia una moglie e tre figli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento