Rifiuti, pugno di ferro a San Severo: telecamere e foto trappole in azione, 142 multe elevate

Le attività della polizia Locale, coordinate dal Comandante Magg. dott. Ciro Sacco, sono state eseguite tramite l’ispezione e apertura dei sacchetti abbandonati per strada. 248 già gli accertamenti

Nel corso del 2019, nonostante la riconosciuta carenza di organico del Corpo, la Polizia Locale di San Severo ha intensificato i controlli per l’abbandono incontrollato e l’errato conferimento dei rifiuti nel ciclo di raccolta differenziata, portando a termine una attività nettamente superiore rispetto agli anni passati. I controlli hanno condotto ad un numero effettivo di ben 248 accertamenti con addirittura 142 sanzioni elevate. Le attività della polizia Locale, coordinate dal Comandante Magg. dott. Ciro Sacco, sono state eseguite tramite l’ispezione e apertura dei sacchetti abbandonati per strada, effettuata con la Buttol srl, l’utilizzo di foto trappole e dei sistemi di video sorveglianza installati presso la sala operativa del Comando di Polizia Locale. Lo fa sapere il Comune di San Severo.

“L’ampliamento della dotazione tecnica del Comando – dichiara il Sindaco Francesco Miglio -, con nuove telecamere e foto trappole, ha rappresentato il valore aggiunto all’attività di contrasto al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti permettendo, così, di elevare un numero record di sanzioni. I dati numerici dimostrano che i controlli della Polizia Locale ci sono e vengono effettuati con regolarità e continuità.

Lo stato di cose, però, ci dice che i controlli, se pur insistenti come dimostrato dai dati numerici, da soli non bastano e, pertanto, così come sulle politiche della sicurezza, diviene necessario lavorare sul livello di percezione del decoro urbano intensificando le politiche di comunicazione e di sensibilizzazione. Vogliamo una città più pulita e decorosa, al passo con i tempi, non è un traguardo facile da raggiungere, ma ci proveremo con impegno e con tutti i mezzi”.

“Raggiungere buoni livelli di percezione – aggiunge il Comandante Sacco - del decoro urbano può essere possibile attraverso l’implementazione di politiche che riguardano il coinvolgimento dei cittadini. A tal proposito, oltre ad ampliare le attività e gli spazi di sensibilizzazione, si propone l’istituzione di punti informativi nel centro abitato sulla raccolta differenziata in modo da ridurre la distanza che oggi vige tra le istituzioni, la ditta e i cittadini. La sinergia tra istituzioni e cittadini può rappresentare la strada giusta per isolare gli incivili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento