Rifiuti, a San Severo piovono le prime sanzioni: annunciata 'tolleranza zero' nei confronti degli incivili

Sono ripartiti questa mattina i controlli in città per stroncare il fenomeno dell'abbandono indiscriminato dei rifiuti solidi. Elevate le prime sanzioni. L'attività di monitoraggio dell'amministrazione prosegue

Il sindaco di San Severo, Francesco Miglio, l’assessore all’Igiene Urbana Felice Carrabba e l’assessore con delega alla Polizia Locale Luigi Montorio hanno annunciato che sono ripresi questa mattina i controlli per fronteggiare efficacemente il triste fenomeno dell’abbandono dei rifiuti solidi sul territorio urbano ed extraurbano di San Severo. D’intesa tra gli uffici comunali, l’Azienda Buttol ed il Corpo di Polizia Locale si stanno effettuando controlli al fine di contrastare il triste fenomeno dell’abbandono di sacchetti di rifiuti lungo le strade: già tante le azioni intraprese nel corso della mattinata, che naturalmente proseguiranno anche per i prossimi giorni e le prossime settimane.

“Nel mentre va subito sottolineato – dichiarano dal Comune - che la gran parte dei nostri concittadini dimostra uno spiccato senso di civiltà per il corretto conferimento dei rifiuti, dall’altra occorre evidenziare che vi sono ancora cittadini che, ad anni dall’introduzione del servizio <>, lasciano ed abbandonano i propri rifiuti per strada, sia del centro storico, sia delle periferie che naturalmente delle strade extraurbane. I controlli saranno continui e costanti ed i trasgressori, ove individuati, saranno sanzionati a norma di Legge. Da questo punto di vista vi sarà tolleranza zero nei confronti dei trasgressori”.

Durante i controlli vengono sanzionati i cittadini che non osservano le disposizioni per la raccolta differenziata. Dai controlli effettuati in mattinata sono state elevate 9 sanzioni per il mancato rispetto del Regolamento di Igiene Urbana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento