rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca San Nicandro Garganico

Estorsione a fratelli disabili, il tribunale di Bari accoglie l'istanza di Riesame: scarcerati i tre accusati

Il Tribunale della Libertà di Bari ha accolto l'istanza di riesame avanzata dal legale dei tre, l'avvocato Sassano: "I miei assistiti ingiustamente definiti come persone di elevato spessore criminale. Solo il processo renderà giustizia"

Il Tribunale della Libertà di Bari ha scarcerato Nazario Antonio Ciavarella, Angelo Di Trizio e Matteo Salvatore Gualano. I tre, pregiudicati di San Nicandro Garganico, erano stati arrestati lo scorso giugno con l'accusa di estorsione continuata e aggravata nei confronti di tre fratelli, due dei quali affetti da disabilità.

Il tribunale della Libertà di Bari ha accolto l’Istanza di Riesame avanzata dal legale dei tre, l'avvocato Costantino Valentino Sassano, e ha disposto l’attenuazione delle misure cautelari. 

"Tutto sarà sottoposto al giudizio di merito, dove dovranno emergere le contraddizioni ed eventuali responsabilità, nessuna esclusa, ivi compresa l'eventuale 'Culpa in vigilando'", ha dichiarato l'avvocato Sassano.

Il legale di Ciavarella, Di Trizio e Gualano ha poi concluso: "Vi è stato un grande fragore mediatico sull’arresto dei tre indagati, ingiustamente definiti come persone di elevato spessore criminale in grado di incutere timore. Solo il processo di merito dovrà rendere giustizia e fare luce su tutto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsione a fratelli disabili, il tribunale di Bari accoglie l'istanza di Riesame: scarcerati i tre accusati

FoggiaToday è in caricamento