I carabinieri rafforzano i controlli a San Nicandro: arresti, contravvenzioni e sequestri

Arrestati due trentenni nei confronti dei quali pendevano delle ordinanze di carcerazione per reati in materia di stupefacenti, elevate 12 contravvenzioni e sequestrati veicoli per mancanza della copertura assicurativa

Immagine d'archivio

Dopo San Marco in Lamis, i Carabinieri (quelli della Compagnia di San Severo), unitamente ai militari dell’11° Rgt Puglia, hanno eseguito un servizio straordinario di controllo del territorio, concentrando la loro attenzione su San Nicandro Garganico, anche a seguito della violenta rapina consumata il 4 gennaio scorso nel corso della quale era stato ferito il titolare di una tabaccheria e per la quale i carabinieri hanno fermato il presunto autore.

I militari hanno infatti intensificato i servizi di presidio del territorio, attuando diversi posti di controllo e perquisizioni. L’attività dell’Arma, che si è concentrata soprattutto sulla prevenzione dei reati predatori, non ha tralasciato l’azione repressiva per quanto riguarda il rispetto delle basilari norme di civile convivenza: sono state infatti sottoposte a controllo 59 persone, 21 delle quali con precedenti di polizia e 29 veicoli, due dei quali sono stati sequestrati per mancanza della copertura assicurativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dell’operazione sono stati inoltre rintracciati due giovani censurati nei confronti dei quali pendevano delle ordinanze di carcerazione per reati in materia di stupefacenti: si tratta di Nazario Antonio Ciavarella  e Michele Tantaro, rispettivamente classe ’87 e ’88. I due trentenni sono stati localizzati e fermati dagli uomini in divisa, che hanno notificato loro i provvedimenti emessi dall’autorità giudiziaria con i quali sono stati sottoposti al regime di detenzione domiciliare. Nel corso del servizio sono state elevate 12 contravvenzioni relative alle violazioni più pericolose del codice della strada, quali guida senza cintura e cellulare: in una circostanza i militari hanno proceduto anche alla contestazione per guida in stato di ebrezza, ritirando la patente del conducente e sottoponendo il veicolo a fermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ho ancora i brividi". Terrore sulla superstrada del Gargano, auto semina il panico e si schianta: "Salvi per miracolo"

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • Intenso nubifragio su Foggia: allagamenti e black out in città, chiuso il sottopasso di via Scillitani

  • Il mare agitato tiene 'in ostaggio' 7 persone (tra cui 3 bambini): militare di Amendola si tuffa in acqua e le salva: "Ho temuto anch'io"

  • Covid19, la Puglia si prepara all'ondata di ottobre: "Ospedali potenziati, regole severissime: sarà una campagna militare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento