Cronaca

E' allarme buoni spesa "falsi": una quarantina (finora) quelli rifilati ai commercianti di San Nicandro, indagini in corso

L'uomo si è rivolto alla protezione civile locale e ha sparso la voce tra i colleghi, riuscendo ad individuare nel complesso circa 50 ticket fasulli, riproduzione di quelli distribuiti per l'emergenza Covid-19. Indagini in corso

Immagine di repertorio

Buoni spesa 'tarocchi' spacciati per buoni distribuiti per l'emergenza Covid-19, a San Nicandro Garganico. Almeno una quarantina quelli già intercettati da alcuni commercianti della cittadina garganica, messi in allerta dalla notizia lanciata da un loro collega, il primo a rendersi conto dell'esistenza di alcuni buoni falsificati, riprodotti apportando una modifica grafica ai numeri di identificazione e applicando un falso oleogramma.

Sulla vicenda sono partite quindi le segnalazioni alle forze di polizia che stanno verificando quanti buoni contraffatti (scansione modificata di quelli validi) sarebbero in circolazione. Sulla vicenda, con la denuncia da parte del Comune di San Nicandro, sono scattate le indagini di carabinieri e guardia finanza, con il supporto della polizia locale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' allarme buoni spesa "falsi": una quarantina (finora) quelli rifilati ai commercianti di San Nicandro, indagini in corso

FoggiaToday è in caricamento