Approfitta di un permesso premio per scappare, ma i carabinieri lo riconoscono nell'ospedale di San Giovanni Rotondo: arrestato

Giuseppe Nardella, 30enne pregiudicato di San Giovanni Rotondo, era ristretto presso il carcere di Brindisi per rapina e furto aggravato. Grazie a un permesso premio, con altri detenuti e il cappellano del carcere si era recato presso il Santuario di San Pio, e aveva sfruttato la situazione per darsi alla macchia

I Carabinieri della Stazione di San Giovanni Rotondo, nel corso di una serie di servizi tesi al contrasto del fenomeno dei furti e dei borseggi nei pressi della zona del Santuario di San Pio ed all’interno dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza, nel primo pomeriggio di domenica scorsa hanno tratto in arresto Giuseppe Nardella, 30enne pregiudicato del posto, resosi responsabile di evasione.

Nardella, che era ristretto presso la Casa Circondariale di Brindisi per rapina e furto aggravato con fine pena previsto per il dicembre 2020, lo scorso 27 aprile aveva approfittato di un permesso premio per recarsi, insieme ad altri detenuti e al cappellano del carcere, presso il Santuario di San Pio, per allontanarsi e far perdere le proprie tracce.

I Carabinieri impegnati nel servizio preventivo all’interno ospedale, lo hanno notato per l'atteggiamento particolarmente guardingo e, riconosciutolo, lo hanno immediatamente tratto in arresto.

Nardella, al termine delle operazioni di rito, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Blitz antidroga nell'alto Tavoliere: una dozzina di arresti e perquisizioni nell'operazione 'Jolly'

Torna su
FoggiaToday è in caricamento