Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Piazza micidiale bomba sotto un'auto, fugge e provoca incidente stradale: arrestato 31enne

I carabinieri, coordinati dalla procura di Foggia, hanno individuato il presunto autore dell'attentato dinamitardo messo a segno lo scorso 16 novembre, a San Giovanni Rotondo

L'auto incendiata

E' stato individuato e arrestato dai carabinieri di San Giovanni Rotondo, il presunto responsabile del grave attentato dinamitardo messo a segno alle 20 dello scorso 16 novembre, nella città di San Pio. 

Nel dettaglio, ignoti piazzarono un ordigno sotto una Volkswagen Polo, parcheggiata in strada, proprio di fronte all’abitazione del proprietario del mezzo. La deflagrazione fu potentissima, distrusse completamente il mezzo colpito. Immediato l'intervento dei militari: già dal primo sopralluogo, emerse la micidiale potenza dell’ordigno utilizzato che solo per un caso fortuito non ha provocato danni peggiori a cose e, soprattutto, a persone.  

Le indagini hanno consentito, già durante le fasi del sopralluogo, di individuare poco distante un’autovettura compatibile con quella inquadrata dalle telecamere, a bordo della quale si trovava l'arrestato in compagnia di un'altra persona allo stato non ancora identificata: i due erano fuggiti abbandonando il veicolo in strada, dopo aver causando - nella fuga - un incidente stradale.

Quel giorno stesso vennero concordate, con la procura di Foggia, le attività d’indagine che avrebbero permesso di individuare in poco tempo, nella persona arrestata in data odierna, uno dei responsabili del grave attentato. Si tratta di un 31enne del posto, con numerosi precedenti contro la persona, stupefacenti e armi, fino al mese scorso sottoposto agli arresti domiciliari per lesioni personali.

Le indagini tradizionali con servizi di osservazione sul territorio, corroborate da sofisticate attività tecniche a cui si sono affiancate l’acquisizione e analisi di filmati attraverso telecamere del circuito cittadino e di privati, hanno consentito in tempi brevissimi di far luce sull’accaduto e sull’autore del gesto criminale.

"Appare doveroso - fanno sapere dal Comando provinciale dei carabinieri di Foggia - evidenziare che il tanto brillante quanto tempestivo risultato è da ricondurre al lavoro sinergico tra la procura e i carabinieri di San Giovanni Rotondo, che in pochissimi giorni hanno fatto luce su un grave delitto che ha scosso e ha creato allarme nella città di San Pio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza micidiale bomba sotto un'auto, fugge e provoca incidente stradale: arrestato 31enne

FoggiaToday è in caricamento