Morte Salvatore Carbone, il cordoglio della Fillea di Capitanata

“Incidenti figli di scarsa prevenzione e pochi controlli”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

FILLEA CAPITANATA - "Lavoratore in nero? Regolarmente assunto? Sicuro un altro lavoratore morto sul posto di lavoro, un luogo in cui si può morire perché spesso sono eluse le elementari norme di sicurezza, capita che la si scampi decine, centinaia di volte, ma poi succede.

È normale affidarsi alla sorte, quando succede l’incidente succede sempre agli altri, perché noi siamo qui a raccontarlo, ne parliamo un giorno, forse due, il giorno dei funerali c’è il lutto cittadino, intanto però nei nostri cantieri la vita, il lavoro, continua come il giorno prima, come il minuto prima dell’incidente. E le verifiche, le indagini, spenti i riflettori rimarranno solo un aspetto del quale si interesseranno solo coloro i quali sono interessati direttamente.

La prevenzione? Troppa burocrazia, troppe carte da riempire, troppi controlli a cui sottoporsi, il mercato non ha questi tempi, eleverebbe troppo il costo di un manufatto. Già il costo di un manufatto. Ma quanto costa la vita di Salvatore, sarà inserito nel costo complessivo di quell’opera che si stava realizzando con il suo lavoro? No, troppo complicato fare questi calcoli, tutto deve continuare, oggi solo i familiari di salvatore non tiferanno per l’Italia agli Europei di calcio nel resto del piccolo paese del tavoliere si strombazzerà al primo accenno di Goal fatto o si imprecherà al primo accenno di goal subito.

Intanto quando si parlerà, nelle sedi deputate, di DURC, di sicurezza sul lavoro, di formazione sulla sicurezza, c’è chi si sentirà dire che la burocrazia uccide l’economia.

Salvatore, invece, è sicuro di essere la vittima di un controllo burocratico non effettuato, di una norma elusa, di un dispositivo di sicurezza non utilizzato. Qual è il costo di una cintura, quanto tempo si impiega ad indossarla? Se Salvatore tornerà a vivere lo ricorderà certamente, speriamo lo ricordino anche coloro i quali oggi raccontano la sua tragedia.

Ciao Salvatore, dalla Fillea di Foggia un forte abbraccio a te e ai tuoi cari."

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento