Cronaca Cerignola / Zona Ausiliatrice

Tartarughe nel cassonetto dell'immondizia: salvate dalle Guardie Ambientali

L'episodio in agro di Cerignola, nel centro abitato "Zona Ausiliatrice". Gli animali, di acqua dolce, sono stati affidati all'Oasi Lago Salso di Manfredonia

Due esemplari di tartaruga d'acqua dolce abbandonati nei pressi di un cassonetto dei rifiuti. E' quanto scoperto dai volontari della Guardia Nazionale Ambientale, in agro di Cerignola, nel centro abitato "Zona Ausiliatrice".

I due esemplari sono stati recuperati e messi in salvo dai volontari e poi consegnati alla Polizia Provinciale Foggia per il trasferimento presso l'Osservatorio Faunistico Provinciale - Struttura Operativa  "Oasi Lago Salso" di Manfredonia.

Nel dettaglio, si tratta di due esemplari di Trachemys scripta scripta (o tartaruga dalle orecchie gialle): questa tartaruga è originaria delle acque degli Usa, tra la Virginia meridionale e la Florida settentrionale. Liberati nel nostro habitat i Trachemys creano un grave danno alla biodiversità: costituiscono una minaccia per la flora e la fauna locali, in particolare per gli anfibi e per la tartaruga palustre europea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tartarughe nel cassonetto dell'immondizia: salvate dalle Guardie Ambientali

FoggiaToday è in caricamento