rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Viale Fortore

Il letto avvolto dalle fiamme e la richiesta di aiuto: gli attimi d'inferno nell'appartamento di viale Fortore. "E' vivo per miracolo"

All'interno della casa, andata a fuoco alle 13 di ieri, non è rimasto più nulla. Le fiamme sono partite per un cortocircuito, da una presa elettrica posizionata dietro un letto dove, in quel momento, riposava l'inquilino. "Ha inalato molto fumo, ha alcune bruciature ma è stato fortunato"

Di quella che, fino a ieri mattina, era la loro casa familiare, non è rimasto nulla. Il fuoco ha cancellato ogni mobile, traccia e ricordo, trasformando tutto in cenere.

In quell’inferno di fuoco, sviluppatosi ieri, in un appartamento in viale Fortore, ha trovato scampo il proprietario, di 60 anni, tratto in salvo dai vigili del fuoco. “E’ stato miracolato”, il commento di chi ha assistito - dalla strada o dai vicini balconi - allo spaventoso rogo, con il fumo che ha invaso l'intero rione e le lingue di fuoco che venivano fuori dalle finestre.

"Mio padre ha inalato molto fumo ed è stato sottoposto a terapia d’ossigeno per la forte intossicazione", spiega a FoggiaToday una delle figlie. "Ha riportato alcune bruciature e vesciche agli arti inferiori ma, considerando l’accaduto, non può che dirsi fortunato". Era a letto, fiaccato per la somministrazione della terza dose del vaccino anti-Covid, quando le fiamme sono divampate per un cortocircuito.

“Il fuoco gli ha risparmiato la vita, ma ha cancellato tutto”, aveva commentato a caldo la donna. “La casa è completamente distrutta, non è rimasto più nulla. Le fiamme sono partite da una presa elettrica posizionata in cameretta. Quando mio padre si è accorto delle prime fiamme, il letto era il principale oggetto infuocato”, racconta.

"Ha provato a spegnere il fuoco, ma il calore era troppo forte e il ritorno di fiamma lo toccava appena provava ad avvicinarsi. E’ stato allora che ha chiesto aiuto e, fortunatamente sono riusciti a tirarlo fuori”. Tra i ricordi di quei concitati momenti, l’uomo ricorda “il pavimento caldo", che da lì a poco sarebbe scoppiato. 

L'accaduto ha scosso molto i residenti del Rione Martucci e della città. Sui social è partita la gara di solidarietà, con una raccolta fondi per aiutare la famiglia foggiana a ricostruire le proprie fondamenta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il letto avvolto dalle fiamme e la richiesta di aiuto: gli attimi d'inferno nell'appartamento di viale Fortore. "E' vivo per miracolo"

FoggiaToday è in caricamento