Agente salva uomo dalla morte, si accorge del pericolo e si precipita al 118: era in coma glicemico

E' accaduto ieri in zona Incoronata. Decisiva la presenza in zona di un agente della Polizia Municipale che, intravista un'autovettura ferma al centro della strada, ha realizzato il pericolo. L'uomo era esanime

Foto di repertorio

Una vita è stata salvata ieri in zona Bosco Incoronata grazie all’azione tempestiva della Polizia Locale di Foggia. Il fatto è accaduto intorno alle 19.00, quando, nell’ambito della consueta attività di vigilanza e prevenzione incendi dell’area, l’agente Giuseppe D’Alessio notava, al centro della sede stradale del viale Don Orione (con provenienza ss 16 e direzione Santuario dell’Incoronata), un’autovettura ferma in maniera irregolare e pericolosa. Avvicinatosi, ha immediatamente realizzato la gravità della problematica: il guidatore, infatti, era riverso sul volante, privo di sensi, con gli occhi chiusi e la bava che fuoriusciva dal lato sinistro della bocca. Era preso da spasmi ed aveva una respirazione quasi nulla.

Immediata la chiamata al 118 (andata a vuoto per assenza di linea), quindi la richiesta presso il comando di una pattuglia automontata. Trovandosi in una posizione di difficile individuazione l’autovettura, senza riferimenti toponomastici, ed essendo impossibile spostarla senza recare nocumento alla vittima, l’agente decideva di porre a monte del mezzo una segnalazione d’emergenza per facilitare i soccorsi e di precipitarsi con la propria auto alla sede più vicina del 118, in zona Incoronata, al fine di portare i sanitari con sé sul posto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il personale medico attestava uno stato comatoso (che poi è stato qualificato in glicemico, essendo l’uomo diabetico) e parametri vitali assenti. Disteso a terra, gli è stato praticato un lungo massaggio cardiaco con l’aiuto di un defibrillatore, e l’iniezione, in contemporanea, di fiale. Dopo circa venti minuti di procedura di rianimazione F.C. ha iniziato ha dare i primi, flebili segnali di ripresa, con esultazione del personale medico che ha convenuto sul fatto che anche solo pochi minuti di ritardo avrebbero compromesso irrimediabilmente la vita dell’uomo. Oggi F.C. sta bene. Il traffico su quell’arteria è stato di conseguenza deviato ieri per il tempo necessario all’intervento di salvataggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scandalo a luci rosse nella Caritas di Foggia. Sacerdote filmato durante atti sessuali e minacciato, nei guai due persone

  • Tragedia sulle strade del Gargano: morto motociclista di 31 anni, impatto fatale con un'auto

  • Maxi contagio da festa in famiglia. L'Asl Foggia: "Si tratta di circa la metà dei nuovi contagi in Capitanata"

  • Elicottero sorvola Foggia: raffica di perquisizioni, forze dell'ordine a caccia di armi e droga

  • Il virus dilaga, Landella corre ai ripari: a Foggia mascherine obbligatorie all'aperto e centri commerciali chiusi domenica

  • 25 infermieri contagiati, "un vero e proprio bollettino di guerra". L'ultimo caso registrato a Foggia due giorni fa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento