menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto il cane tratto in salvo

Nella foto il cane tratto in salvo

S. Marco in Lamis: Vigili del Fuoco salvano cane scivolato in un solaio

E' accaduto in località "Quattro Pozzi" nel bosco "La Difesa". Sul posto anche il presidente dell'associazione protezione animali "Arca di Noè", Antonietta Torelli. Senza cibo e acqua per due giorni

E’ terminata nel migliore dei modi la disavventura di Alive, il cane tratto in salvo dai Vigili del Fuoco di San Severo in località “Quattro Pozzi” nel bosco “La Difesa” di San Marco in Lamis.

Non è stato semplice riportare in superficie l’animale a quattro zampe scivolato (probabilmente da una valvola troppopieno) in un solaio profondo e fangoso. Non è stato facile per “Alive” – nome con il quale è stato ribattezzato dal presidente dell’associazione protezione animali “Arca di Noè” -  sopravvivere per un paio di giorni senza cibo né acqua.

Contro ogni pronostico l’operazione di salvataggio si è rivelata alquanto complicata per la pioggia abbattutasi in quei minuti e per il terreno fangoso alto circa 2 metri che ricopre la pavimentazione in cemento del solaio. Infatti, era alto il rischio che l’operatore del 115, calatosi giù con una scala, potesse sprofondarvi nonostante l’imbragatura e tutte le accortezze del caso.

Dopo un’ora e mezza i Vigili del Fuoco sono riusciti a trarre in salvo l’animale. Impaurito e spaventato, Alive è stato prontamente soccorso da Antonietta Torelli, presidente dell’Arca di Noè.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento