rotate-mobile
Cronaca San Severo

Anziano cade in un pozzo profondo 10 metri: 'intrappolato' per ore al freddo, viene salvato in extremis

Tanta paura ma nessuna conseguenza fisica per il protagonista della vicenda, un ultrasettantenne di San Marco in Lamis, disperso nelle campagne di San Severo. L'intervento di carabinieri, vigili del fuoco e 118

Cade in un pozzo e resta intrappolato a dieci metri di profondità per alcune ore. Così fino all’arrivo di carabinieri e vigili del fuoco che lo riportano in superficie. E’ quanto accaduto lo scorso 19 dicembre, a San Severo; protagonista dell’accaduto è un ultrasettantenne disperso nelle campagne a circa 5 km dal casello autostradale.

La storia, a lieto fine, era stata raccontata da FoggiaToday nei giorni scorsi: l’uomo, classe ’42 originario di San Marco in Lamis, si era allontanato dalla sua abitazione nella mattinata precedente, in cerca di erbe selvatiche ed ortaggi. Verso le 16, la nuora dell’anziano, non vedendolo rientrare a casa, ha allertato tramite 112, la centrale operativa della Compagnia carabinieri di San Severo, fortemente preoccupata per le sorti del suocero.

I militari della Cio Calabria, insieme ai militari della Compagnia locale, si sono quindi recati immediatamente sul posto. La zona di ricerca (contrada San Riccardo in agro di San Severo) si è subito presentata ampia, un enorme appezzamento di terra con poca luce, dato l’orario, e con enormi difficoltà della zona rurale di ricerca (terreno fangoso). I militari dell’Arma non si sono comunque persi d’animo, consapevoli che l’anziano difficilmente avrebbe superato la notte a causa delle rigide temperature invernali.

Le insistenti ricerche, protrattesi per diverse ore, fortunatamente avevano esito positivo. Infatti, rastrellando la zona centimetro per centimetro, a circa 2 km di distanza dal terreno di proprietà dell’anziano, i militari hanno udito dei lamenti provenire da lontano e, nonostante le scarse condizioni di visibilità, sono riusciti a capire che provenivano da un pozzo profondo tra i 10 e i 15 metri.

L’immediata richiesta di ausilio dei vigili del fuoco e dei sanitari del 118 ha permesso di mettere in salvo il malcapitato, trovato in buone condizioni di salute.

L’indomani, il fortunato protagonista della vicenda si è recato direttamente presso la sede della Compagnia per ringraziare i carabinieri che lo avevano salvato, volendosi addirittura scattare anche una foto con i militari.

In definitiva, una storia a “lieto fine”: i militari invitano a contattare sempre il 112 in situazioni di scomparsa di persone o comunque di allontanamento anomalo, ancorché presunte, al fine così di garantire l’attivazione immediata delle ricerche, per scongiurare in questo modo eventuali nefasti epiloghi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano cade in un pozzo profondo 10 metri: 'intrappolato' per ore al freddo, viene salvato in extremis

FoggiaToday è in caricamento