Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Asl Foggia, Ruggiero Castrignanò indagato per favoreggiamento

Il direttore della Asl di Foggia avrebbe favorito l'amministratore unico di Sanitaservice nel tentativo di eludere le investigazioni dell'autorità sul presunto reato che avrebbe commesso Antonio Di Biase

Ruggiero Castrignanò

In giornata odierna il personale della Digos della questura di Foggia ha notificato al Direttore Asl di Foggia, Ruggiero Castrignanò, un avviso di garanzia emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Foggia. Dott. Laronga, per il presunto favoreggiamento personale nei confronti dell’amministratore unico di Sanitaservice Di Biase Antonio srl, aggravato perché presumibilmente commesso con abuso dei poteri e/o con violazione dei doveri inerenti la sua pubblica funzione.

Castrignanò avrebbe favorito Di Biase nel tentativo di eludere le investigazioni dell’autorità. Il direttore generale Asl di Foggia avrebbe partecipato a un’apposita assemblea dei soci convocata nell’ottobre 2011 da Di Biase – già indagato per il reato di peculato  - avente come oggetto l’assegnazione dell’autovettura al direttore di Sanitaservice.

Nel corso della stessa, Castrignanò avrebbe ratificato, ritenendo valido l’operato posto in essere dal citato amministratore sino a quella data, costituente invece di presunto reato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asl Foggia, Ruggiero Castrignanò indagato per favoreggiamento

FoggiaToday è in caricamento