rotate-mobile
Cronaca Monte Sant'Angelo

Si rompe condotta idrica, incubo terminato per le famiglie di Monte: "La falla più grande è stata riparata"

E' successo nella notte tra il 13 e il 14 marzo a Monte Sant'Angelo

Il peggio a Monte Sant'Angelo è passato. I tecnici dell'Acquedotto Pugliese - intervenuti di notte per sistemare la rottura della condotta principale proveniente da Manfredonia che serve il serbatoio Madonna degli Angeli e, quindi l'intero abitato di Monte Sant'Angelo, hanno terminato la saldatura e riaperto i serbatoi.

Per evitare lo svuotamento completo del serbatoio era stata ridotta la portata in uscita ed erogata meno acqua all’abitato, con cali di pressione soprattutto nella parte alta della città. I disagi maggiori sono stati avvertiti soprattutto negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Per via del disservizio, il primo cittadino Pierpaolo D'Arienzo, aveva ordinato anche la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Mentre per tamponare la situazione, nella città dei due Siti Unesco e candidata a Capitale della Cultura nel 2025, l'Aqp aveva inviato tre autobotti posizionati in Piazza Ciro Angelillis, Piazza Duca D'Aosta e in via Marcisi e 800 sacche d’acqua che saranno distribuite dall’U.g.r. 27 Monte Sant'Angelo. 

"La falla grande è stata riparata" l'annuncio del sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rompe condotta idrica, incubo terminato per le famiglie di Monte: "La falla più grande è stata riparata"

FoggiaToday è in caricamento