Cronaca

Lucera, emergenza idrica: quarto giorno consecutivo senza acqua

I cittadini si procurano autobotti private. A rischio la salute pubblica. Considerevole aumento delle taniche di approvvigionamento. Scoperta una discarica a cielo aperto in prossimità di tubature fessurate

Tubi dell’acqua fessurati, una discarica a cielo aperto in prossimità delle tubature. Probabili infiltrazioni di rifiuti anche tossici. Le condutture inquinate, una vicenda che ha dell’incredibile e che potrebbe avere degli scenari catastrofici da un punto di vista giudiziario e soprattutto della salute pubblica. Benvenuti a Lucera.

E' il quarto giorno che la città è stata messa letteralmente ko dall’emergenza idrica. Settantadue ore consecutive senz’acqua, enormi disagi da martedì mattina. Non si è riusciti a fronteggiare la situazione nel migliore dei modi. Sotto scacco l’amministrazione comunale, colpevole per non aver saputo rispondere all’emergenza in tempi brevi. Per giorni ci sarebbero state delle zone in cui le autobotti non sarebbero passate, lasciando senza acqua soprattutto gli anziani impossibilitati a spostarsi. Interi quartieri si sono organizzati e hanno prenotato autobotti privati, che il sindaco Pasquale Dotoli ha sconsigliato perché potrebbero essere sprovviste di certificazioni igienico-sanitarie.

I bidoni e le taniche per l’approvvigionamento sono aumentati considerevolmente. I commercianti avrebbero addirittura triplicato il prezzo dei contenitori. La popolazione è letteralmente entrata nel panico e c’è chi ha deciso di lavarsi con l’acqua minerale.  La città è in ginocchio, senza acqua e senza pane.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lucera, emergenza idrica: quarto giorno consecutivo senza acqua

FoggiaToday è in caricamento