Sequestrati beni immobili del valore di 500mila euro a 52enne di Cerignola

Ci sarebbe una sproporzione tra le reali disponibilità patrimoniali e i modesti redditi dichiarati da Rosario Giordano e dai suoi congiunti

Guardia di Finanza

Gli agenti della Questura di Foggia e i finanzieri del comando Provinciale di Bari hanno posto sotto sequestro beni immobili per un valore di circa 500mila euro riconducibili a Rosario Giordano, di 52 anni, e alla coniuge di 48.

La vicenda trae origine dalle indagini patrimoniali eseguite in passato sul conto dell'uomo, ritenuto dagli inquirenti elemento di spicco della malavita cerignolana e che da tempo sarebbe inserito in un circuito criminale di rilevante spessore dedito al traffico di sostanze stupefacenti, all'estorsione e ad altri reati conto la persona, che dimostrerebbero una sproporzione tra le sue disponibilità patrimoniali ed i modesti redditi dichiarati dallo stesso e dai suoi congiunti.

Sulla scorta delle indagini, nel 2004, l'uomo è stato colpito da un provvedimento di confisca di un terreno agricolo successivamente trasferito al patrimonio indisponibile del Comune di Cerignola e destinato al perseguimento di finalità sociali.

In sede di esecuzione della misura cautelare è stata constatata l'esistenza, sul terreno confiscato, di manufatti edilizi non dichiarati al catasto per i quali è stata avanzata analoga richiesta di sequestro, poi accolta con il provvedimento dal Tribunale di Foggia.

Il sequestro, in esecuzione di un provvedimento emesso dal locale Tribunale di Foggia – Sezione per le Misure di Prevenzione, in applicazione della normativa vigente in materia di misure di prevenzione patrimoniali (D. Lgs. n. 159/2011), che permette di “aggredire” i patrimoni di coloro i cui proventi sono chiaramente il frutto ovvero costituiscono il reimpiego di attività illecite, ha riguardato un magazzino di circa 150 mq con annessi piazzale di 584 mq, area sterrata di 362 mq ed un locale di 666 mq, adibito a rimessaggio di attrezzature per la coltura del fondo, per un valore complessivo pari ad euro 500 mila.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento