Rivolta al Cara di Borgo Mezzanone, preso uno dei responsabili: si era rifugiato nel materano

Arrestato dai carabinieri di Bernalda un cittadino ghanese, uno dei nove soggetti ricercati per la violenta rivolta del 27 ottobre 2016

Le immagini della rivolta al Cara

Si era rifugiato in Basilicata, un uomo originario del Ghana, accusato di aver preso parte attivamente alla rivolta presso il Cara di Borgo Mezzanone, scoppiata il 27 ottobre del 2016. Come riporta Ansa, l'uomo è stato arrestato oggi dai carabinieri di Bernalda, comune in provincia di Matera.  

L'uomo apparteneva al gruppo di 26 migranti che diedero vita alla rivolta, 17 dei quali furono arrestati il 30 marzo scorso, grazie ai filmati dei sistemi di videosorveglianza presenti dentro e fuori il Centro di accoglienza per richiedenti asilo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento