Dopo settimane di silenzio, si fa vivo Stefano D'Amore: era fuggito a Pavia

Il diciassettenne aveva fatto perdere le sue tracce il 17 febbraio, dopo un litigio in famiglia. Sin da subito si è pensato ad un allontanamento volontario

I volantini affissi in città

Ha fatto perdere le sue tracce il 17 febbraio scorso. Ieri sera, dopo settimane di silenzio, il 17enne di Torremaggiore, Stefano D’Amore, si è fatto vivo con i suoi familiari che ne avevano denunciato la scomparsa ai carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle prime informazioni raccolte, il ragazzo era fuggito in treno a Pavia, dopo aver avuto un litigio con i suoi genitori. Sin da subito, infatti, si è pensato ad un allontanamento volontario del ragazzo, supponendo che potesse essere ospitato da amici o conoscenti. Così fino a ieri sera, quando la notizia della sua scomparsa ha iniziato a diffondersi anche sui social network, mentre la sua foto segnaletica diffusa dai carabinieri è stata affissa in numerosi esercizi commerciali di Torremaggiore. A quel punto il ragazzo ha deciso di contattare telefonicamente la famiglia e di tornare a casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento