rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Cerignola

Blitz in un box di Cerignola, trovate le auto rubate presso la Fiat di Melfi: arrestato 60enne

Il furto è avvenuto l’estate scorsa, sei delle 14 autovetture asportate all’interno dello stabilimento Fiat di Melfi erano state recuperate dai carabinieri della compagnia di Cerignola

Ancora tre auto rubate rinvenute nel garage di un pregiudicato di Cerignola, ma questa volta  il furto è avvenuto direttamente nello stabilimento di San Nicola di Melfi, all’interno del quale si producono, tra le altre, proprio le Jeep Renegade e le Fiat 500, gli stessi modelli rinvenuti dai carabinieri nella serata di ieri.

Già nel luglio scorso una pattuglia di militari della compagnia ofantina, in piena notte, si era vista tagliare la strada da una colonna formata da sei Jeep Renegade, tutte senza targa che procedevano a forte velocità. Ne era dunque nato un inseguimento, al termine del quale i malfattori, vistisi ormai braccati, avevano deciso di imboccare una stradina interpoderale per abbandonare il bottino e darsi alla fuga a piedi. I militari, recuperate tutte e sei le auto, avevano accertato che erano state rubate proprio dallo stabilimento Fiat di San Nicola di Melfi e che, insieme a quelle, i ladri si erano già impossessati di altre otto autovetture.

FOTO | Auto rubate dalla Fiat di Melfi trovate a Cerignola

Nella serata di ieri, dunque, nel corso di un servizio genericamente finalizzato alla ricerca di refurtiva, tre di quelle otto auto rimaste ancora in circolazione sono state rinvenute in un garage, nei pressi del cimitero, ed il proprietario dell’immobile, Pietro Gallo, pregiudicato classe 1957, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto e, su disposizione del P.M. di turno, ristretto agli arresti domiciliari. Oltre alle tre auto, i militari hanno ritrovato anche uno scooter Piaggi Beverly, risultato di provenienza furtiva: infatti novembre del 2016 a Margherita di Savoia il proprietario si era visto sottrarre il mezzo parcheggiato nel centro cittadino.

Gli investigatori dell’Arma cercheranno ora di fare luce anche sulla responsabilità di altri soggetti responsabili del furto. Se le autovetture non fossero state recuperate, avrebbe fruttato ai malfattori svariate centinaia di migliaia di euro. Si cercano ladri ed eventuali ricettatori. L’episodio, comunque, non fa altro che confermare ancor una volta il primato di Cerignola per ciò che concerne la ricettazione ed il riciclaggio di veicoli di provenienza furtiva.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz in un box di Cerignola, trovate le auto rubate presso la Fiat di Melfi: arrestato 60enne

FoggiaToday è in caricamento