Quartieri settecenteschi: ripristinato quadro elettrico esploso per atto vandalico

Landella: "Per combattere ed arginare episodi di vandalismo come quelli che hanno determinato il black-out occorre il massimo della collaborazione da parte dei cittadini"

Quadro elettrico di via Lucciola

Ieri il Comune di Foggia ha provveduto al ripristino del quadro elettrico, il cui scoppio, avvenuto domenica scorsa in via Lucciola, ha determinato l’assenza della pubblica illuminazione in molte delle aree dei cosiddetti ‘quartieri settecenteschi’, comprese via Ortovecchio, via Dogana dei Sali ed il primo tratto di via Crispi. Nei giorni scorsi erano stati proprio i cittadini residenti della zona a denunciare il black-out, lamentandone i disagi ed i pericoli anche in termini di sicurezza.

Nella zona ‘settecentesca’, infatti, sono presenti due quadri elettrici, che alimentano almeno 300 punti luce. All’origine del guasto che ne ha mandati in tilt circa 100, ci sarebbe un atto vandalico, a cui il responsabile della pubblica illuminazione di Palazzo Città, l’ingegnere Michele Gatta, ha posto rimedio dapprima sigillando il quadro elettrico esploso e successivamente provvedendo a rimetterlo tecnicamente in esercizio. Gli interruttori che regolano l’accensione e lo spegnimento dei punti luce ad altre apparecchiature elettriche colpite dall’atto vandalico, ovviamente, sono andate distrutte ed oggi sono state compiutamente sostituite.

FRANCO LANDELLA | Abbiamo cercato di risolvere il problema derivante dal guasto del quadro elettrico nel più breve tempo possibile, consapevoli delle conseguenze che l’assenza di illuminazione produce anche in termini di sicurezza Purtroppo questo disagio è stato determinato dall’ennesimo atto vandalico – sottolinea il sindaco. Un gesto inqualificabile, messo in atto da chi, evidentemente, non ama Foggia e cerca di renderla una città peggiore. Anche per combattere ed arginare questo tipo di episodi, che paiono in netto aumento, occorre il massimo della collaborazione da parte dei cittadini. Invito chiunque noti individui sospetti nei pressi dei quadri elettrici, che vanno comunque classificati come ‘obiettivi sensibili’, ad inviare tempestivamente una segnalazione al Comando della Polizia Municipale. Dal canto suo, nelle prossime settimane il Comune ha in animo di rendere attivo anche un numero verde, al quale sarà possibile denunciare problemi inerenti sia la pubblica illuminazione che la viabilità stradale. È nostra intenzione, inoltre, creare una ‘app’ per smartphone, con la quale interagire con Palazzo di Città anche attraverso l’invio di fotografie”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento