Assenteisti al Comune di Foggia: processo rinviato per la quarta volta

Questa mattina, ancora una udienza interlocutoria nel corso della quale sono state sollevate alcune eccezioni da parte dei legali dei 23 ex dipendenti del Comune di Foggia accusati a vario titolo di truffa aggravata per assenteismo

Immagine di repertorio

Ancora un rinvio - l'ennesimo - per l'inizio del processo ai presunti dipendenti assenteisti del Comune di Foggia. La nuova data fissata è al prossimo 12 ottobre, con l'esame dei primi tre testi da parte dell'accusa.

Questa mattina, invece, ancora una udienza interlocutoria nel corso della quale sono state sollevate alcune eccezioni da parte dei legali dei 23 ex dipendenti del Comune di Foggia (tutti accusati a vario titolo di truffa aggravata per assenteismo), tutti in servizio presso la sede del Servizio Attività Economiche e Protezione Civile in via Sant'Alfonso Maria De' Liguori. 

Ad incastrare loro, numerosi filmati raccolti nell'ambito delle indagini dei carabinieri e culminate nel blitz del maggio 2016: dalle immagini emerge come gli stessi avessero rodato un meccanismo con una turnazione regolare per coprirsi a vicenda, timbrando ciascuno i badge marcatempo dei colleghi. La prima udienza del processo era stata fissata il 6 aprile 2017 e quello odierno è di fatto il quarto rinvio.

Tra le eccezioni sollevate dai legali difensori,  anche quella relativa all'assenza di autorizzazioni del Gip ad effettuare le riprese esterne per quel che concerne le intercettazioni ambientali che avrebbero, poi, immortalato gli ex dipendenti. Il Giudice Marialuisa Bencivenga del Tribunale di Foggia ha replicato affermando che le telecamere sono state posizionate lungo la pubblica via, pertanto trattavasi di intercettazioni non invasive.

Per l'accusa, i dipendenti coinvolti si sarebbero assentati da lavoro per complessive 1181 ore, frodando all'ente comunale alcune decine di migliaia di euro. Alcuni degli indagati hanno ammesso le proprie responsabilità (e hanno rimborsato il Comune dell'indebito percepito), altri si sono dichiarati innocenti adducendo le loro assenze a motivi salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento