Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Lotta alla mafia nel Foggiano: come sono dislocati i rinforzi tra Capitanata e Gargano

La gestione dei rinforzi e l'organizzazione per competenze delle cinque macroaree individuate. In pochi giorni, controllate 1425 persone e perquisizioni a tappeto

Entra nel vivo il Piano Straordinario di Sicurezza Pubblica e di Controllo integrato del Territorio, definito dal questore di Foggia, Mario Della Cioppa d’intesa con i comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Piano straordinario per la sicurezza: i rinforzi

A partire dalle ore 24 del 10 agosto, sono operative, in via straordinaria rispetto ad altre pattuglie già dispiegate ordinariamente 17 pattuglie dei  Reparti Prevenzione Crimine, per un totale di 55 operatori complessivi; ancora, sono presenti 16 pattuglie delle Compagnie intervento operativo C.I.O, 4 dei Supporti arma territoriale S.A.T. e 20 "Cacciatori" per un totale di 80 carabinieri complessivi. A questi numeri, si aggiungono 7 pattuglie della Guardia di Finanza dei baschi verdi per un totale di 20 unità complessive. 

Attività suddivise per macro-aree di intervento

Le pattuglie sono state dispiegate nelle cinque seguenti macro aree: area San Severo / Torremaggiore / Apricena / San Marco in Lamis; area Manfredonia / Monte Sant'Angelo / Mattinata; area Vieste (totalmente affidata all’Arma dei Carabinieri); area Foggia (totalmente affidata alla Polizia di Stato); area Cerignola / Orta Nova (affidata alla Polizia di Stato ed alla Guardia di Finanza). Gli obiettivi comuni e di carattere generale dell’attività straordinaria di controllo del territorio sono stati stabiliti con ordinanza questorile, emessa l’11 agosto 2017 all’esito di un tavolo tecnico.

L'obiettivo: assicurare controlli in continuità, H24

Si punta così ad assicurare controlli in continuità, H24. La presenza di obiettivi ricadenti in aree extraurbane, tra i quali attività di pattugliamento statico con posti di controllo in area extraurbana, ha consentito il coinvolgimento di pattuglie della specialità di Polizia Stradale, che operano in ossequio alle direttive compartimentali. Sotto il profilo della polizia giudiziaria, pur essendo le attività di indagine di competenza dell’Arma dei Carabinieri, con il Coordinamento della DDA di Bari, la Squadra Mobile di Foggia, affiancata da personale Servizio centrale operativo, sta effettuando numerose perquisizioni domiciliari, nei confronti di pregiudicati appartenenti alla criminalità organizzata, previe intese con il Nucleo Investigativo dell’Arma. 

Il bilancio dei primi controlli sul territorio

Alla data del 17 agosto 2017, le perquisizioni effettuate dalla Polizia di Stato sono state 12 (nella giornata odierna due a Foggia e 3 a San Severo), con il supporto dei Reparti Prevenzione Crimine, per le quali sono in corso di verifica eventuali sviluppi, non necessariamente collegati alla strage di San Marco in Lamis dello scorso 9 agosto. Nel dettaglio, fino alle ore 24 del 16 agosto, sono state controllate 1425 persone, di cui 361 pregiudicati e 43 stranieri e 620 autoveicoli. Effettuati 130 posti di controllo e 8 perquisizioni domiciliari. 24 quelle personali. Arrestate 2 persone, denunciate altre 6.  
Il completo dispiegamento della pattuglie della Polizia di Stato sarà attuato nella giornata del 17 agosto, con il raggiungimento del numero di 25 pattuglie dei RPC, oltre al Dirigente Coordinatore e con il complessivo impiego nel territorio delle circa 200 unità impiegate di tutte le forze di polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta alla mafia nel Foggiano: come sono dislocati i rinforzi tra Capitanata e Gargano
FoggiaToday è in caricamento