menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'area posta sotto sequestro

L'area posta sotto sequestro

Amianto e rifiuti pericolosi abbandonati in zona A14: nei guai due foggiani, l'area presto bonificata

Attività degli agenti della SottoSezione Polizia Autostradale di Foggia che hanno identificato e denunciato in stato di libertà due trentenni foggiani, entrambi pregiudicati, per abbandono di rifiuti pericolosi sul suolo

Abbandono di rifiuti pericolosi sul suolo, gli agenti della SottoSezione Polizia Autostradale di Foggia hanno identificato e denunciato in stato di libertà due trentenni foggiani, entrambi pregiudicati, per abbandono di rifiuti pericolosi sul suolo.

Tale risultato è scaturito dalla segnalazione di una pattuglia, che lo scorso 30 gennaio, durante la quotidiana vigilanza stradale in A14, ha notato in corrispondenza del Km. 558+900 della carreggiata sud, in agro di Foggia, un autocarro in sosta a ridosso della rete di recinzione posta a protezione dell’Autostrada, e due persone intente a scaricare del materiale sul suolo.

Gli agenti, quindi, si sono fermati per verificare, seppur a distanza, se l’attività in corso fosse lecita o meno quando questi - vistisi scoperti dalla polizia - sono fuggiti a bordo dell’autocarro facendo perdere le proprie tracce tra le campagne adiacenti, dove non erano 'inseguibili' a causa della rete di recinzione che vi si frapponeva.

Dai successivi sviluppi info-investigativi e il corretto utilizzo delle tecnologie in uso alla Polizia di Stato, si è giunti in brevissimo tempo all’individuazione degli autori del reato di trasporto e smaltimento incontrollato di rifiuti speciali pericolosi sul suolo. L'area di circa 12 mq in cui erano stati scaricati i materiali è risultata essere di proprietà di Società Autostrade per l’Italia S.p.A., ed è stata posta sotto sequestro per le necessaria analisi merceologica e tecnica dei rifiuti, il recupero in sicurezza, la bonifica e quant’altro previsto per il caso di specie.

Tutte attività a cura di personale tecnico specializzato per tale incombenza, trattandosi di rifiuti speciali pericolosi, presumibilmente di risulta di pregressi lavori edili, e verosimilmente amianto. Un classico esempio di smaltimento incontrollato di rifiuti, in grado di determinare una serie di impatti negativi sulle componenti ambientali e sulla salute pubblica, è quindi ciò che si è presentato agli occhi degli Agenti della SottoSezione Polizia Autostradale di Foggia, i quali, anche in questo caso, in un ‘lavoro d’equipe’, hanno dimostrato conformata professionalità nell’applicazione di una normativa penale, dal carattere di specialità, con previsione di pene severe per la commissione di illeciti connessi ai rifiuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il "Fiasco" della campagna vaccinale, il caso Puglia nell'analisi del Financial Times: "Il 98% degli ultrasettantenni ancora senza dose"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento