menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atmosfera natalizia cancellata da montagne di rifiuti. WWF: “Focolai d’infezione”

Le precisazioni di Rabasco sul pagamento degli stipendi ai lavoratori delle società fallite. Il 27 vertice alla Regione Puglia

L'atmosfera natalizia che si sarebbe dovuta respirare a Foggia è stata quasi cancellata dalle montagne di rifiuti accatastate per strada. Per far fronte all'emergenza, che riguarda il centro ma soprattutto la periferia, scende in campo anche la Protezione Civile mentre c’è chi invoca l’arrivo dell’esercito.

Tra cassonetti che bruciano nel cuore della notte e lavoratori della Sia costretti ad abbandonare il servizio, poiché intimiditi nell’esercizio delle loro straordinarie funzioni, il 27 dicembre è previsto un incontro alla Regione Puglia al quale parteciperanno anche i vertici della barese Amiu, che si è impegnata ad assumere tutti i dipendenti delle due società foggiane in liquidazione.

I rifiuti abbandonati per strada "non costituiscono solo una vergogna" ma "rappresentano un pericolo reale per la dispersione di liquidi maleodoranti, il rischio di incendi con emissione di fumi particolarmente dannosi, la possibilità di diventare focolai di infezione, l'incremento di topi e insetti".

Lo sottolinea in una nota il presidente del Wwf di Foggia, Carlo Fierro, riferendosi alle "montagne di rifiuti che riempiono le strade della città". "Nell'immediato - dice Fierro - occorre ripulire urgentemente le strade ricorrendo senza incomprensibili esitazioni ai mezzi di rimozione dell'esercito, affidando poi alle società Sia di Cerignola e all'Ase di Manfredonia il servizio ordinario fino all'avvio dell'accordo con Amiu di Bari. A mali estremi si ricorre, infatti, a rimedi estremi".

Sul fronte economico, quello dei pagamenti degli stipendi ai lavoratori delle società fallite, la curatela fallimentare ha fornito alcune precisazioni. Quelli di novembre sono stati regolarmente pagati, mentre il 21 dicembre è stata accreditata la somma di 500mila euro sul conto corrente intestato al fallimento.

Oggi invece, come avrebbe comunicato la dottoressa Aponte a Rabasco, sarebbero stati emessi due mandati di importo par a 1milione e 200mila euro con valuta del 27/28 dicembre. Un altro importo di 1milione e 100mila euro potrebbe essere disponibile il 15 gennaio 2013. “Somme che costituiscono l'importo residuo del corrispettivo che il Comune di Foggia, in più occasioni, si era impegnato a versare prima di Natale” afferma Rabasco.

“Attualmente la procedura deve pagare le retribuzioni e gli oneri accessori relativi ai primi 15 giorni di dicembre 2012, alle competenze di novembre e ai ratei di tredicesima e quattordicesima pari a: circa 1milione e 600mila euro per Amica spa e circa 600mila euro Daunia Ambiente Spa. Nel mese di gennaio la procedura dovrà ancora versare l'IVA di dicembre (pari a circa euro 300.000,00) e le competenze di dicembre per ulteriori 1milione di euro e le restati spese dell'esercizio provvisorio pari a euro 200mila euro circa per i fornitori”.

UNA SETTIMANA D'EMERGENZA VENERDI 14.12 - I lavoratori Amica dicono no all'Amiu | SABATO 15.12 - Servizio di raccolta sospeso, si va a caccia di soluzioni | SABATO 15.12 - I lavoratori provano a riacciuffare l'accordo | DOMENICA 16.12 - I lavoratori bloccano Corso Garibaldi | DOMENICA 16.12 - I lavoratori bloccano Corso Garibaldi | LUNEDI' 17.12 - Vertice infuocato in Prefettura | LUNEDI' 17.12 - Foggia invasa dai rifiuti | MARTEDI' 18.12 - Arrivano Sia ed Ase per raccogliere i rifiuti | MARTEDI' 18.12 - Mezzi Sia ed Ase scortati per raccogliere i rifiuti | MERCOLEDI' 19.12 - Mongelli alla città: "Ridurre il conferimento dei rifiuti" | GIOVEDI' 20.12 - Foggia sommersa dai rifiuti, esplode la rabbia dei cittadini | VENERDI' 21.12 - Dodici ex lavoratori Amica denunciano Mongelli e altri 3 | SABATO 22.12 - Lavoratori Sia intimiditi abbandonano la raccolta

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento