Cronaca Ordona

Rifiuti campani 'tombati' ad Ordona: dal carotaggio emerge materiale ospedaliero

Ruspe e maschere antigas nell'area agricola del comune foggiano, in contrada Cacciaguerra. 500mila le tonnellate 'tombate' nella mega discarica. 13 gli arresti dell'operazione Black Land.

Sono cominciate questa mattina le operazioni di recupero dei rifiuti speciali e pericolosi campani (anche ospedalieri) – prodotti nei comuni del Salernitano e del Casertano - interrati in una cava di Ordona, circa 500mila tonnellate. 13 gli arresti scattati l’11 aprile nell’ambito dell’operazione Black Land.

Questa mattina le ruspe hanno cominciato a tirar fuori – alla presenza dei carabinieri del NOE di Bari, del comando provinciale di Foggia – campioni del materiale “tombato’ nella mega discarica sita in un’area agricola del comune foggiano, in contrada Cacciaguerra.

Per evitare di inalare gli sgradevoli odori, gli operatori stanno lavorando muniti di maschere di gas. Si stima che per un anno intero siano stati sversati, in media, otto camion al giorno carichi di rifiuti. I carotaggi proseguiranno nei prossimi giorni e riguarderanno anche altre aree inquinate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti campani 'tombati' ad Ordona: dal carotaggio emerge materiale ospedaliero

FoggiaToday è in caricamento