Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Il parcheggio dei rifiuti di Borgo Segezia, in città è ancora emergenza

Cassonetti travolti dall'immondizia, una lunga fila di rifiuti, l'immagine triste di una zona abbandonata e schiacciata dal degrado. Principio d'incendio all'impianto di biostabilizzazione

Sul fronte rifiuti peggiora la situazione di Borgo Segezia, frazione di Foggia che a distanza di alcuni mesi si conferma una discarica a cielo aperto.

Il 18 novembre scorso la zona si presentava stracolma di rifiuti, oggi non è da meno. E anche questa volta le immagini parlano chiaro: cassonetti travolti dall’immondizia, una lunga fila di rifiuti, l’immagine triste di una zona abbandonata, schiacciata dal degrado.

Raphael Rossi, il manager che si occuperà della gestione dei rifiuti, avrà un bel da fare. Borgo Segezia, avvilente cartolina del capoluogo dauno, non va dimenticata.

Anche in città la situazione è praticamente immutata. I bidoni vengono svuotati una tantum e il disagio è tangibile in molti quartieri periferici e in alcune strade del centro. La raccolta avviene con il contagocce.

I camion scarrabili che erano stati noleggiati hanno fatto ritorno a Troia, senza poter essere utilizzati per via del blocco dei tir. Non resta quindi che affidarsi alla manutenzione dell’unico mezzo presente e a quella della pala meccanica per lo scarico dei rifiuti nell’impianto di biostabilizzazione, dove in queste ore si è verificato un principio di incendio.

Foto: Alessandro Villani


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il parcheggio dei rifiuti di Borgo Segezia, in città è ancora emergenza

FoggiaToday è in caricamento