Non affitta casa a coppia gay, il caso "inaccettabile" nel Foggiano: "O vieni con una donna oppure niente"

"Non c’è spazio per le discriminazioni su Airbnb". Il caso a San Severo, la vittima è giovane omosessuale di Modena. Interviene anche Roberto Pio Tucci, presidente di Arcigay Foggia "Le Bigotte.

Foto d'archivio da CasertaNews

"Non accetto due uomini. Accetto sempre in presenza di un'altra donna": con queste parole Tiziana, proprietaria di un appartamento a San Severo, in provincia di Foggia, in affitto su Airbnb, ha liquidato Matteo, giovane omosessuale di Modena, che l'aveva contattata tramite la piattaforma per trascorrere qualche giorno di vacanza in Puglia.

L'host, nel vedere la richiesta del giovane per l'appartamento, lo ha contattato e gli ha chiesto: "Cortesemente fammi sapere se sei in coppia con una donna che è nelle piccole regole della casa. Solo uomini accompagnati da fidanzata, compagna, amica oppure moglie.". Dinanzi alla richiesta di chiarimenti del ragazzo, ha ribadito: "Non accetto due uomini. Accetto sempre in presenza di un'altra donna".

"Questo atteggiamento è inaccettabile a va duramente sanzionato" commenta Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay. "La policy di Airbnb - prosegue - è molto netta sul tema delle discriminazioni: agli host non è consentito rifiutare un ospite sulla base dell'etnia, del colore della pelle, dell'etnia, della provenienza geografica, della religione, dell'orientamento sessuale, dell'identità di genere o dello stato civile. Pertanto chiediamo l'immediata espulsione dell'host dalla piattaforma. A chi ha già prenotato la struttura, chiediamo di disdire immediatamente e ci auguriamo che Airbnb si impegni a restituire per intero le somme. Queste persone vanno boicottate, quella casa deve restare vuota".

Interviene anche Roberto Pio Tucci, presidente di Arcigay Foggia 'Le Bigotte': "Da anni siamo impegnati a rendere il nostro territorio accogliente e inclusivo. Perciò questa notizia ci indigna profondamente e ci fa rabbia: chi sceglie le nostre terre come luogo di vacanza deve potersi sentire accolto, ogni atteggiamento di esclusione fa male alla nostra terra oltre che alle persone che ne sono destinatarie", conclude.

"Abbiamo avviato delle indagini appena saputo dell’accaduto e siamo già in contatto con l’ospite per fornire l’aiuto e il sostegno necessari. Non c’è spazio per le discriminazioni su Airbnb, vanno contro i nostri principi e interveniamo ogni qual volta veniamo al corrente di casi di questo genere, anche rimuovendo un utente dalla nostra community.”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento