rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Manfredonia

Rifiuti abbandonati tra fenicotteri rosa e cavalieri d'Italia: così le zone umide diventano discariche

E’ quanto denunciano le Guardie Ambientali d’Italia di Manfredonia, che hanno intercettato una discarica a cielo aperto nello stagno artificiale a ridosso del villaggio Ippocampo, nei pressi dell’oasi Lago Salso

Le zone umide tra Manfredonia e Zapponeta trasformate in discarica da gente senza scrupoli. E’ quanto denunciano le Guardie Ambientali d’Italia di Manfredonia, che hanno intercettato una vera e propria discarica a cielo aperto nello stagno artificiale creatosi a ridosso del villaggio Ippocampo, nei pressi dell’oasi Lago salso. Si tratta, precisano, di una zona importantissima, “dove centinaia di esemplari di fenicottero rosa, cavaliere d'Italia e altri volatili giungono per riprodursi”.

In particolare, le Guardie Ambientali Italiane, coordinate dal responsabile Alessandro Manzella, mentre stavano effettuando una ricognizione ambientale aerea, sorvolando la zona con l’ausilio di un drone, hanno avvistato, tra i canneti,cumuli di rifiuti (anche speciali) abbandonati illecitamente, in una delle lagune costiere tra Manfredonia e Zapponeta, precisamente nei pressi dell'ex Salcomar.  Tra i rifiuti abbandonati, una grande vasca quelle utilizzate da aziende di pesci colture; pneumatici e tantissime cassette di polistirolo per le piantine

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti abbandonati tra fenicotteri rosa e cavalieri d'Italia: così le zone umide diventano discariche

FoggiaToday è in caricamento