Cronaca Camporeale / Via Napoli

Alberghiero sul piede di guerra, dopo i laboratori scoppia il caso rifiuti: “Ora basta”

L'istituto Einaudi denuncia la presenza di materiale e sacchi della spazzatura accatastati all'esterno della struttura di via Napoli da circa tre mesi

Alberghiero senza laboratori di cucina e alle prese con il problema dei sacchi di spazzatura e materiale di ogni genere abbandonati all’esterno dell’istituto di via Napoli, da quando la ditta di trasporto incaricata del trasloco di materiale da Torre di Lama, ha liberato i locali del Rosati (in precedenza sede del corso di Scienze Infermieristiche) - rimuovendo estintori non più a norma, vecchi pc, macchine fotocopiatrici obsolete, pezzi di legno e sacchi di spazzatura contenenti carta - e accatastandoli all’esterno dell’edificio.

Dal primo settembre ad oggi, l’istituto Einaudi in più di un’occasione ha sollecitato l’Amiu ad intervenire, a recarsi sul posto e a liberare l’area da quel vergognoso ammasso di rifiuti. All’esito di un primo sopralluogo, la ditta che si occupa del servizio di gestione e raccolta rifiuti a Foggia, ha stimato in 342 euro l’intervento straordinario di rimozione, trasporto e smaltimento; preventivo in corso d’aggiornamento, in quanto, nel frattempo, la mole di rifiuti abbandonati è aumentata con il trascorrere dei giorni.

Il personale scolastico e i circa 800 alunni dell'Einaudi - scesi in piazza per protestare contro l’immobilismo delle istituzioni e autori dell’iniziativa #sbloccafuturo - tornano a farsi sentire, e chiedono al Comune e alla Provincia uno scatto d’orgoglio, rispetto a un problema che avrebbe meritato ben altra attenzione, vale a dire un intervento immediato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberghiero sul piede di guerra, dopo i laboratori scoppia il caso rifiuti: “Ora basta”

FoggiaToday è in caricamento