rotate-mobile
Cronaca Vieste

Si cerca l'imbarcazione di Elia Del Duca: chiarirà le cause del tragico incidente

Il 41enne, pescatore d'altura, era uscito per una battuta di pesca. Sul posto la Capitaneria di Porto e i vigili del fuoco con una squadra di sommozzatori da Taranto e una dal comando provinciale di Foggia

A causa del forte vento   e delle avverse condizioni meteomarine, sono state temporaneamente interrotte le ricerche del natante di 9 metri disperso lo scorso lunedì pomeriggio a largo di Vieste, sul Gargano. Si tratta dell’imbarcazione di Elia Del Duca, pescatore professionista di 41 anni e imprenditori turistico, vittima di un incidente in mare.

Nelle ricerche sono impegnati   gli uomini della Capitaneria di Porto e i vigili del fuoco con una squadra di sommozzatori giunta da Taranto e una squadra dal comando provinciale di Foggia specializzata nel soccorso acquatico. Nella giornata di ieri, gli uomini del 115 hanno scandagliato i fondali ad Est di Vieste, ma senza esito.

Solo dopo il ritrovamento del natante   – un’imbarcazione di 9 metri, di recente acquisto – sarà possibile chiarire definitivamente le cause della morte del 41enne Elia Del Duca, pescatore d’altura professionista, il cui corpo senza vita è stato recuperato la scorsa dalla guardia costiera lo scorso martedì mattina.

Secondo quanto fino ad ora ricostruito , l’uomo era uscito per una battuta di pesca d’altura ma non ha fatto rientro a casa: secondo le prime ipotesi, lo stesso potrebbe aver avuto un malore durante lo sforzo per il recupero di un pesce oppure potrebbe essere stato coinvolto nel naufragio della sua barca, che non è stata ancora recuperata né rintracciata, perché finita in fondo al mare oppure trascinata al largo dalle correnti. 

FOTO | Vieste, ricerche del natante di Elia Del Duca

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si cerca l'imbarcazione di Elia Del Duca: chiarirà le cause del tragico incidente

FoggiaToday è in caricamento