Esami sospetti, Pdl Manfredonia: “Riccardi rassegni le dimissioni”

I componenti del partito di centrodestra chiedono che il sindaco di Manfredonia convochi e riferisca in consiglio comunale gli eventi per i quali risulta indagato

Sulla questione degli esami sospetti all’Università D’Annunzio di Pescara, che vede indagato anche il sindaco di Manfredonia per corruzione, falso e peculato, il Pdl locale chiede ad Angelo Riccardi e alla sua maggioranza di rassegnare le dimissioni.

Prima però, i componenti del partito di centrodestra, sottolineano quello che a loro dire rappresenta “lo sfaldamento della maggioranza  comunale sulla trasparenza e sulla legalità nella gestione dei soldi dei contribuenti che confluiscono nell'ASE”.

Nella nota si legge: “Noi del PDL, anche oggi, in presenza dell'ulteriore indagine penale, che questa volta vede coinvolta la persona dell'attuale Sindaco, non cederemo alla tentazione giustizialista, tanto cara alla sinistra, ma attenderemo, garantisti quali siamo, che la giustizia faccia il suo corso prima di esprimere qualsiasi giudizio sulla vicenda. Solleviamo, però, con altrettanta forza,  la questione morale. La sinistra, ha sempre strumentalmente utilizzato detta questione per abbattere i suoi avversari politici. Ci aspettiamo,ora, dal Sindaco Riccardi e dalla sua maggioranza un atto di coerenza: rassegnare le dimissioni”.

Il Popolo della Libertà chiede inoltre l’immediata convocazione del consiglio comunale “per consentire al Sindaco di chiarire, serenamente, quali siano gli eventi attinenti lo svolgimento della sua funzione che hanno determinato l'intervento della magistratura inquirente”.

Ricordiamo che il PD di Manfredonia cominciò la campagna elettorale del 2010 con un volantino distribuito per la città dal titolo: "Gli uomini del PDL di Manfredonia nocciono gravemente alla salute. Un giudizio così tagliente ed offensivo ci lasciò indifferenti nella convinzione che il tempo sarebbe stato galantuomo. I cittadini di Manfredonia sono sicuramente in grado di comprendere, oggi, quali sono gli uomini ed i partiti che hanno nociuto, nocciono e che potrebbero ancora nuocere alla "salute" della Città” concludono gli esponenti berlusconiani.

 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento