Revocati gli arresti domiciliari a dipendente comunale accusato di assenteismo

L’istanza riguarda soltanto l'accertamento della inesistenza delle esigenze cautelari per Giovanni Caso, l’addetto al verde pubblico di San Paolo di Civitate sospeso dal Comune

Immagine d'archivio

Il 6 novembre i carabinieri di San Paolo di Civitate e la Polizia Municipale davano esecuzione a un provvedimento di custodia cautelare in regime degli arresti domiciliari nei confronti di Giovanni Caso, dipendente comunale addetto al verde pubblico del Comune accusato di assenteismo.

Il 26 febbraio il Tribunale di Foggia ha accolto l’istanza di revoca presentata dall’avv. Dionigi Neri in quanto - secondo il legale - le esigenze sottese all'ordinanza del Gip erano ormai venute a mancare e quindi la misura non aveva più ragione di essere tenuta in atto, dal momento che il 26 novembre il Comune aveva sospeso il dipendente e avviato nei suoi confronti un procedimento disciplinare tuttora pendente

L’istanza riguarda soltanto l'accertamento dell’inesistenza delle esigenze cautelari e non anche ad escludere gli indizi di colpevolezza. Su questo punto bisognerà attendere il prossimo 13 luglio.

L'AVVOCATO NERI: "DIMOSTRERA' LE SUE RAGIONI"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL VIDEO CHE INCASTRA IL DIPENDENTE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Conte firma il nuovo Dpcm: locali chiusi a mezzanotte, feste in casa massimo in sei e quarantena da 14 a 10 giorni

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento