rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca San Severo

Truffa per false presenze sul lavoro all'ospedale di San Severo: tornano in libertà Pennacchia, il primario Altieri & Co

A seguito degli interrogatori di garanzia, il giudice ha ritenuto attenuate le esigenze cautelari e sufficiente la misura interdittiva della sospensione dal servizio alle dipendenze dell’Asl Fg

Questa mattina, il gip presso il Tribunale di Foggia, Roberto Scillitani, accogliendo le richieste della difesa ha revocato gli arresti domiciliari a diversi dipendenti dell'Asl Fg accusati di truffa per false presenze sul lavoro.

San Severo, il brutto 'andazzo' in ospedale

Sono quindi ritornati in libertà, oltre alla nota esponente politica Nada Pennacchia (difesa dall’avv.Giuseppe Casale), il primario Giuseppe Altieri e i dipendenti Valerio Zifaro, Antonella Colo’, Ciro Lucio Cologno, Francesco Orlando e Donatina Romano (difesi dagli avvocati Luigi Marinelli, Ettore Censano, Gianluca Ursitti, Cesare Rizzo, Giuseppe Mastrangelo, Guido e Roberto De Rossi. Il giudice, infatti, a seguito degli interrogatori di garanzia ha ritenuto attenuate le esigenze cautelari e sufficiente la misura interdittiva della sospensione dal servizio alle dipendenze dell’Asl Fg.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa per false presenze sul lavoro all'ospedale di San Severo: tornano in libertà Pennacchia, il primario Altieri & Co

FoggiaToday è in caricamento