menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Resistenza a pubblico ufficiale: due arresti a Cerignola

Vito Dellerba è stato arrestato dopo aver aggredito i militari, che avevano sorpreso il figlio in possesso di marijuana. Matteo Seccia è stato fermato dopo un lungo inseguimento ad alta velocità sulla SS 16

Due arresti per resistenza a pubblico ufficiale effettuati dai militari dell’Aliquota Radiomobile del Norm a Cerignola. A finire in manette due pregiudicati cerignolani: Vito Dellerba, classe 1979 e Matteo Seccia, di 28 anni.

Dellerba è stato arrestato dopo che i militari avevano sorpreso il figlio in possesso di una modica quantità di marijuana. Giunti i militari presso la sua abitazione per un controllo, Dellerba ha reagito violentemente, venendo bloccato e ammanettato dopo un’accesa colluttazione. Processato con rito direttissimo, Dellerba è stato condannato a un anno di reclusione e, dopo aver trascorso la notte in carcere, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Seccia, invece, è stato intercettato a bordo di una Audi A4 lungo la SS16, dandosi alla fuga a 200km/h alla vista dei militari. Dopo aver inizialmente fatto perdere le tracce di sé, l’uomo è stato poi rintracciato nel centro cittadino e arrestato. Anche lui, dopo aver trascorso la notte in cella, ha patteggiato una pena di cinque mesi e dieci giorni di reclusione per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Inoltre, i militari lo hanno denunciato in stato di libertà per la guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, essendosi rifiutato di sottoporsi ai relativi accertamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento