rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Luxuria, Pio e Amedeo: una delegazione foggiana racconta la Russia di Putin

Il reportage semi-serio de Le Iene: 25 minuti per raccontare le contraddizioni di un paese che si muove tra veti di stato, luoghi comuni e piccoli spiragli di libertà

Un po’ Totò e Peppino emigrati a Milano. Così le due Iene di Foggia, Pio Grieco e Amedeo D’Antini, si sono presentati a Sochi, in Russia, per raccontare insieme alla concittadina Vladimir Luxuria i giorni dei giochi olimpici.

Una delegazione tutta foggiana che ha ripercorso – tra il serio e il faceto – le contraddizioni di un intero paese che si muove tra veti di stato, luoghi comuni e piccoli spiragli di libertà. Un reportage semi-serio di circa 25 minuti che si conclude con il fermo di Luxuria. 

FOTO | Luxuria, Pio e Amedeo: il reportage dalla Russia de Le Iene

Una notizia che ha fatto il giro del mondo, e che ha fatto il paio con l’allontanamento coatto, il giorno successivo, dei tre delegati foggiani, prelevati – come si spiega nel servizio – da agenti in borghese e “abbandonati” in una strada secondaria, con la chiara motivazione di non essere più presenze ben accette nel paese Russia.

CLICCA QUI PER GUARDARE IL SERVIZIO DE LE IENE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luxuria, Pio e Amedeo: una delegazione foggiana racconta la Russia di Putin

FoggiaToday è in caricamento