Sigilli allo stabilimento balneare, i titolari non ci stanno: "Non siamo abusivi, è il Comune ad essere inadempiente"

La replica a FoggiaToday: “Come tutti gli anni abbiamo effettuato a partire dal 16.01.19 tutte le richieste al comune di Cagnano Varano, pagando anche gli oneri contributivi per l'occupazione della spiaggia. Ma nessuna risposta è giunta dal Comune"

Lo stabilimento

“Non siamo abusivi, attendiamo risposte dal Comune”. I titolari dello stabilimento balneare in località Isola Varano, in agro di Cagnano Varano, rispondono al comunicato stampa diramato lo scorso sabato e relativo ad un sequestro effettuato di attrezzature (ombrellone, lettini, pedana, chiosco) e dell'intera area, di circa 1600 mq.

“Come tutti gli anni – scrivono i proprietari a FoggiaToday - abbiamo effettuato a partire dal 16.01.19 tutte le richieste al comune di Cagnano Varano, come previsto dalle normative vigenti, pagando anche tutti gli oneri contributivi per l'occupazione della spiaggia”.

“Tuttavia, nonostante questo, nessuna risposta è giunta dal comune che - inspiegabilmente - si rende inadempiente, causando notevole danno alla struttura e ai turisti che prenotano la loro vacanza, gettando fango sull'operato degli albergatori e sul territorio che già fatica per poter competere con località molto più blasonate appoggiate da politiche turistiche più performanti”.

Per i gestori della struttura balneare, l’atteggiamento dell’Amministrazione è inspiegabile. “Presumiamo - si legge a conclusione nella lettera di chiarimenti - che questo atteggiamento sia messo in atto per agevolare piccoli operatori vicini alla nostra struttura”. Gettano quindi una grave ombra sull’operato del Comune, ente dal quale attendono risposte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento