rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Nuove regole di ingresso al Riuniti: dipendenti arrabbiati. Il commissario: "Più sicurezza e civiltà"

Dal 2 maggio nuove regole d'ingresso e uscita nell'area del policlinico Riuniti di Foggia. Dalle 7 del mattino alle 20 di sera il parcheggio di viale Pinto sarà riservato solo ai dirigenti

Sarebbero pronti ad una mobilitazione di massa i dipendenti dei Riuniti evidentemente contrari alle nuove disposizioni che dal 2 maggio prossimo regoleranno gli ingressi dei veicoli all’interno del policlinico di Foggia. Bollano come “grave discriminazione” la decisione del commissario straordinario Giuseppe Pasqualone di “escluderli”, dalle 7 del mattino alle 20 di sera, dalla possibilità di parcheggiare nell’area di viale Pinto, quella centrale. Possibilità consentita invece ai dirigenti medici.

Ai microfoni di Foggiatoday il commissario evidenzia come il numero dei dirigenti sia notevolmente inferiore al personale del comparto. "Non esistono parcheggi di serie a e serie b, sono tutti nell’ospedale, hanno un controllo d’accesso in entrata e in uscita e sono riservati ai dipendenti in funzione dell’analisi che abbiamo fatto dei flussi delle auto per profilo professionale” spiega.  Pur consapevole che non mancheranno lamentele e disagi, men che meno da parte degli utenti, si dice fiducioso per il futuro. “Il superamento delle vecchie abitudini – di parcheggiare tutti nell’area centrale – eliminerà le situazioni di caos, insicurezza e rischio. E’ anche un discorso di civiltà” spiega.

Ad ogni modo il commissario del policlinico di Foggia, nella circolare dell'11 aprile relativa alla riorganizzazione degli ingressi e delle uscite dall’area ospedaliera, aveva evidenziato la necessità di porre in essere il rafforzamento delle azioni organizzative “al fine di migliorare gli accessi e il traffico per garantire la sicurezza e regolare la viabilità all’interno del policlinico di Foggia".

Tuttavia, che il parcheggio sul prolungamento di viale Pinto di 352 posti di cui 15 per disabili, cinque per donne in gravidanza e 332 per normodotati dotato anche di sistema di videosorveglianza, sarebbe stato finalizzato all’utilizzo dei dipendenti, era cosa nota dal 9 aprile 2021. In quella data l’azienda-ospedaliera aveva annunciato anche l’attivazione – dal 16 aprile dello stesso mese - del parcheggio di via Perosi realizzato sull’area situata a nord del dipartimento di Emergenza-Urgenza per 329 posti auto di cui dieci riservati ai diversamente abili e di una elisuperficie con percorso preferenziale ai mezzi di soccorso, anticipando che avrebbe avuto una finalizzazione preferenziale per gli utenti del pronto soccorso e per i dipendenti.

Le nuove regole d'ingresso al Riuniti

Dal 2 maggio si cambia. A partire da quella data saranno consentite le visite dei parenti dalle 18.30 alle 20 e la chiusura dalle 20.30 alle 6.30 di tutti gli accessi agli edifici, dei cancelli pedonali e dei varchi. All’interno potranno accedervi i veicoli provvisti di pass rilasciato su richiesta dell’interessato dalla Ssd Affari Generali, mentre i dipendenti non muniti di pass d’ingresso, nelle more dell’acquisizione, avranno accesso al policlinico, inizialmente mostrando il proprio badge aziendale.

L’ingresso in viale Pinto (e l’uscita) sarà consentito ai dirigenti, al personale del comparto ma esclusivamente dalle 20 alle 7, agli utenti verso il pronto soccorso, autoambulanze e mezzi di soccorso, forze dell’ordine, vigili del fuoco, autorità di pubblica sicurezza, autovetture di servizio e carri funebri

L’accesso dall’ingresso di via Napoli (uscita viale Pinto), sarà consentito agli utenti in terapia salvavita (radioterapia, dialisi, oncologici, talassemici) muniti di specifico pass temporaneo; gli utenti disabili (veicolo con contrassegno esposto), donne in stato di gravidanza dotate di certificato, autocarri e veicoli delle ditte di forniture di beni e servizi opportunamente censiti.

Dall’ingresso di via Perosi (stessa uscita), l’accesso sarà consentito esclusivamente agli utenti in terapia salvavita, disabili, donne in gravidanza, autocarri e veicoli delle ditte di fornitura beni e servizi censiti, utenti che accompagnano pazienti con difficoltà di deambulazione, per il solo carico/scarico del paziente stesso (tempo di ingresso e sosta inferiore a 15 minuti), forze dell’ordine, vigili del fuco, autorità di pubblica sicurezza e autovettura di servizio e taxi (max 15 minuti).

Restano al libero accesso di dipendenti ed utenti il nuovo parcheggio sul prolungamento di viale Pinto di 352 stalli, il parcheggio al polo biomedico di 250 stalli, il nuovo parcheggio nei pressi dell’uscita del polo biomedico di 190 stalli e il parcheggio Deu lato nord di 329 stalli.

Dall’ingresso 2 di via Napoli, percorrendo la bretella di collegamento, si accede al parcheggio di via Napoli, al prolungamento di viale Pinto e al parcheggio del polo biomedico.

Per quanto riguarda l’ospedale D’Avanzo, possono entrarvi tutti ma rispettando i criteri stabiliti per gli altri ingressi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove regole di ingresso al Riuniti: dipendenti arrabbiati. Il commissario: "Più sicurezza e civiltà"

FoggiaToday è in caricamento